Serie A: colpo Palermo, 2-2 in Udinese – Fiorentina

32
serie a
© foto www.imagephotoagency.it

E’ giunta al termine la 5^ giornata di Serie A, ricca di gol ed emozioni. Vi abbiamo raccontato Empoli – Inter, Juventus – Cagliari, Roma – Crotone e Genoa – Napoli, ma si sono giocate altre quattro interessanti gare.

ATALANTA – PALERMO –  Gara ad alta tensione tra Atalanta e Palermo, deludenti in queste prime uscite in campionato. Parte bene la formazione di Gasperini: bella parata di Posavec al 5’ sul tentativo di D’Alessandro. La risposta degli ospiti arriva al 17’: palo di Rispoli su assist di Diamanti, sulla ribattuta Hiljemark spara fuori. Al 21’ chance per Masiello su azione da corner, ma Posavec è bravo a dire di no. Doppia occasione per la Dea tra 34’ e 39’: prima Gomez e poi Kessie non riescono a trovare il vantaggio. Nella ripresa ancora Atalanta pericolosa: D’alessandro e Gomez mettono paura al Palermo, ma Posavec è in grande forma. Nel finale di ripresa viene fuori il Palermo che, dopo le occasioni di Goldaniga e Rispoli, trova la rete dello 0-1 con Nestorovski: il macedone beffa Berisha su azione da corner. Importante colpo esterno per i rosanero di De Zerbi, che trovano la prima vittoria in Serie A. Sprofonda, invece, la Dea.

UDINESE – FIORENTINA – Pari pirotecnico tra Udinese e Fiorentina: un 2-2 giusto, ricco di emozioni e belle giocate. Buona partenza di gara per la formazione di Iachini che, dopo le occasioni di Badu e Zapata, passa al 26’: cross di Perica per Zapata che non sbaglia. La Fiorentina reagisce subito e dopo quattro minuti trova il pareggio: cross di Tello dalla destra e tacco sensazionale di Babacar che fulmina Karnezis. Sul finire della prima frazione l’Udinese torna in vantaggio: bella palla di De Paul per Danilo che insacca sul secondo palo. Nella ripresa c’è una Fiorentina tonica, che al 52’ ritrova il pari: rigore conquistato da Babacar per fallo di Ali Adnan e dagli 11 metri Bernardeschi non sbaglia. Nel finale più viola che friulani, ma la gara si conclude sul 2-2.

PESCARA – TORINO – Una partita frizzante, divertente e ricca di polemiche arbitrali quella tra Pescara e Torino, terminata 0-0 e con gli ospiti in nove uomini. Al 30’ ottima chance per la formazione di Oggo: gran tiro di Verre che viene parato da Hart in ottimo stile. Altro miracolo del portiere granata al 44’ che blocca sulla linea il tiro a botta sicura di Crescenzi. Al 45’ prima svolta del match: doppio giallo ad Acquah che viene espulso. Il Torino prova a pungere in contropiede, ma le azioni più pericolose sono certamente del Pescara: al 65’ Aquilani viene fermato da Moretti in area piccola. Al minuto 80 il Toro resta in nove: rosso diretto a Vives per fallaccio su Verre. Nel finale però la banda di Mihajlovic rischia il colpaccio: palo di Belotti al minuto 83 a Bizzarri battuto. Negli ultimi secondi di gara Biraghi si mangia un gol già fatto. Finisce 0-0, Pescara sprecone e Torino stoico.

Massimo Balsamo
Giornalista fieramente del Nord. Il pareggio non esiste.
Condividi
Articolo precedente
calciomercato genoa rincon nandez penarolGenoa – Napoli: bella partita, ma è solo 0 a 0
Prossimo articolo
Pescara – Torino mihajlovicMihajlovic: «Torino, conta quasi come una vittoria» | Rai Sport