Serie B, la terza giornata

50
serie b
© foto www.imagephotoagency.it

Oggi è il giorno del Pisa, Petroni tuona contro il sindaco

La terza giornata del campionato cadetto è stata archiviata; in queste ore tiene banco la questione societaria legata al Pisa. Dopo le voci iniziali, che parlavano addirittura di una possibile rinuncia a disputare il campionato di Serie B e che aveva portato al quasi-addio del tecnico Gattuso, la situazione sembrava essere migliorata; un fondo di investimento di Dubai ha trovato un accordo con il gruppo inglese, guidato da Petroni, proprietario del Pisa. L’accordo prevedeva il pagamento entro i primi giorni di questa settimana di una caparra di trecento mila euro e il versamento su un conto vincolato di circa cinque milioni. Nei giorni scorsi, Petroni ha però denunciato l’inadempienza e ha chiamato in causa il sindaco di Pisa, che si era fatto garante della trattativa. La questione è spinosa e se per questa giornata il Pisa avrà la possibilità di disputare il match casalingo con il Brescia ad Empoli, a partire dalla prossima partita in casa difficilmente sarà possibile trovare uno stadio adatto ad ospitare il match. Oltre a tutto ciò, la Lega Calcio potrebbe nei prossimi giorni penalizzare la società toscana per inadempienze, legate ad accordi sottoscritti in Lega. Insomma, non è stato un avvio di stagione entusiasmante, per quello che si prefigurava essere un trionfale ritorno in Serie B dei toscani. Per il momento il campo ha detto poco, con una vittoria ed un pareggio in tre partite, ma a tenere banco sono state principalmente le questioni societarie.

Nell’ultima giornata, il Pisa di Gattuso non è andato oltre lo 0-0 contro l’Entella; entrambe le squadre si trovano ora appaiate a quattro punti. Continua la fuga del Cittadella, che si dimostra inarrestabile, e supera con un rotondo 5 a 1 la Pro Vercelli. Il Cesena, con la rete del solito Djuric, supera il Carpi per 1 a 0, mentre la neo-promossa Benevento beffa a sorpresa il Verona. Dopo l’avvio sprint, i veneti hanno evidenziato grossi limiti che non ci saremmo aspettati da una squadra che ha fatto investimenti importanti in questa stagione. Il Frosinone supera il Latina per 2 a 1, mentre il Novara batte per 1 a 0 la Salernitana. Finiscono con un pareggio a reti inviolate Avellino – Trapani e Vicenza – Bari, mentre l’Ascoli viene fermato dalla Spal sull’1 a 1. Con una rete su rigore di Avenatti, la Ternana ferma sull’1 a 1 lo Spezia, passato in vantaggio con Baez. Infine termina con il punteggio di 1 a 1 Brescia – Perugia.

Giuseppe Caruso
Nato a Cariati nel 1996, studia Economia e Finanza all'Università di Modena. Si appassiona alla letteratura e alla scrittura fin da giovanissimo e collabora con diversi articoli alla Gazzetta del Sud. Dall'agosto 2013 scrive per Calcionews24 e si interessa al campionato di Serie B.
Condividi
Articolo precedente
dinamo zagabriaYarmolenko: «Espulsione inventata. Subiti gol assurdi»
Prossimo articolo
romaRoma, Raggi e Pallotta: «Incontro positivo»