Serie B, si parte con un super Verona

Esordio positivo anche per Carpi e Frosinone

103
© foto www.imagephotoagency.it

Il campionato di Serie B riparte con ben cinque vittorie e altrettanti pareggi. E’ schiacciante l’esordio dell’Hellas Verona, che dà subito prova della sua superiorità tecnica, superando per 4 a 1 il Latina; nei gialloblu va a segno anche Giampaolo Pazzini, centravanti di lusso per la serie cadetta. Ciofani è il protagonista della vittoria del Frosinone per 2 a 0 sull’Entella, mentre a sorpresa il Cittadella supera in trasferta il Bari per 2 a 1; è stato davvero pessimo l’esordio dei galletti di fronte ai propri tifosi. Il Carpi, grazie alle reti di Bifulco e Bianco, batte per 2 a 0 il Vicenza, così come il Benevento che supera in casa propria la Spal. Non vanno, invece, oltre l’1 a 1 Avellino e Brescia, con gli irpini che terminano la gara con l’uomo in meno, mentre il Perugia frena il Cesena, ottenendo un buon pareggio all’esordio stagionale. Il Trapani beffa il Novara al 91’, con la rete di Ferretti, che porta il punteggio sull’1 a 1. Terminano 1 a 1 anche Pro Vercelli – Ascoli e Spezia – Salernitana. I campani, passati in vantaggio con la rete di Zito, si fanno raggiungere nel secondo tempo dal solito Nene. Non si è giocata, infine, Pisa – Ternana, che verrà recuperata il 7 settembre.

 
PRONTI… VIA: Ogni stagione di Serie B presenta sorprese esclusive ed inimmaginabili ad inizio campionato. Molto spesso le favorite della vigilia finiscono per deludere e non centrare il risultato auspicato. Negli ultimi due anni, le favoritissime sono state il Bologna, che ha centrato la promozione in modo fortunoso ai play-off, e il Cagliari, che ha invece disputato un ottimo campionato, guadagnandosi la prima posizione in classifica. Per il resto sono state tante le delusioni, partendo dal Cesena, retrocesso e subito pronto a risalire, ma incapace (forse inadeguato) di riuscirci, per arrivare al Bari, che al fronte degli investimenti realizzati non ha conseguito adeguati risultati. Questa stagione ha come favorita d’obbligo, al netto del suo tasso tecnico, il Verona, che, dopo tre stagioni in Serie A, dovrà riguadagnarsi un posto nel massimo campionato italiano. L’esordio del Verona è stato molto positivo e schiacciante; del resto avere in rosa giocatori del calibro di Pazzini e Gomez non può non fare la differenza.

Giuseppe Caruso
Nato a Cariati nel 1996, studia Economia e Finanza all'Università di Modena. Si appassiona alla letteratura e alla scrittura fin da giovanissimo e collabora con diversi articoli alla Gazzetta del Sud. Dall'agosto 2013 scrive per Calcionews24 e si interessa al campionato di Serie B.
Condividi
Articolo precedente
rossiFiorentina, Rossi: «Sono e sarò un fiorentino doc»
Prossimo articolo
torino sponsor beretta swansea guidolinAg. Criscito: «Il Napoli deve accordarsi con lo Zenit»