Sousa: «Dobbiamo crescere e migliorare. Bologna squadra organizzata e aggressiva»

41
© foto www.imagephotoagency.it

Alla vigilia della partita contro il Bologna, il tecnico viola, Sousa, parla del pareggio di mercoledì contro il Crotone e mette in guardia i suoi: «Il Bologna fa male in contropiede ed ha giocatori forti tecnicamente»

Il tecnico dei viola, Sousa, parla in conferenza stampa alla vigilia della sfida tra il Bologna e la sua Fiorentina. I viola nell’ultimo periodo non stanno vivendo un momento esaltante, i risultati non arrivano e anche il gioco espresso non è scintillante. I tre punti arrivati contro il Cagliari sembravano aver riportato la luce in casa Fiorentina, ma solo dopo tre giorni i viola sono incappati nel pareggio casalingo contro il Crotone, che fino a quella sfida aveva raccolto solo un punto contro il Palermo. Il tecnico ha toccato diversi punti in conferenza stampa, dalla situazione fisica dei suoi, alla sfida contro il Bologna, tornando a parlare anche della partita di mercoledì contro il Crotone. Questa partita è costata tanta fatica sia dal punto di vista emotivo che dal punto di vista agonistico. Una partita che dai giornalisti è stata paragonata alla sfida dello scorso anno contro l’Hellas Verona, ma Sousa risponde così: «E’ stata un’altra partita, c’erano solo due fattori uguali: il risultato e l’arbitro».

SOUSA: «L’ANNO SCORSO ERO SOGNATORE, OGGI REALISTA» – Sousa è arrivato alla guida della viola proprio nello scorso campionato e da allora sono cambiate molte cose. Lo stesso tecnico, ammette che l’anno scorso era più un sognatore, mentre quest’anno guarda in faccia la realtà e vola basso. La sua formazione infatti, non riesce a trovare la giusta continuità e la situazione fisica dei giocatori non è proprio ottimale.

BABACAR AL POSTO DI KALINIC? – Ai giornalisti che ipotizzano un possibile avvicendamento tra Kalinic e Babacar, il tecnico portoghese risponde che Babacar l’anno scorso è stato vittima di diversi infortuni ed è rientrato in gruppo nel ritiro di Moena. Poi continua: «Abbiamo cominciato dall’Austria a lavorare con le due punte, ma poi abbiamo preso la decisione di giocare con una punta e Kalinic è partito favorito». A proposito di Babacar, Sousa ci tiene a sottolineare come l’attaccante sia in continua crescita ed abbia bisogno delle giuste motivazioni per continuare sulla giusta strada.

SOUSA: «BOLOGNA AVVERSARIO TEMIBILE, FORTE TECNICAMENTE» – Il tecnico si è soffermato sui prossimi avversarievidenziandone le caratteristiche principali: «Il Bologna è una squadra organizzata, molto aggressiva, che fa male agli avversari in contropiede, con giocatori tecnicamente ottimi. Avremo gli spazi stretti e dobbiamo essere bravi a cercare gli spazi brevi, soprattutto con le verticalizzazioni».

 

Condividi