Sousa si congeda: «I fiorentini si ricorderanno di me»

sousa fiorentina europa league
© foto www.imagephotoagency.it

Il portoghese Paulo Sousa a fine stagione lascerà la panchina della Fiorentina, dopo una stagione non proprio entusiasmante dei gigliati

Mancava soltanto la dichiarazione ufficiale, ma era chiaro, ormai da tempo, che Fiorentina e Sousa si sarebbero detti addio. Il tecnico, in conferenza stampa, si è così congedato: «Con la città ho sempre avuto un bel rapporto, i supporters, però, hanno il diritto di esprimere ciò che sentono e vanno rispettati per questo. I fiorentini si ricorderanno di me». Poi spazio al bilancio di questi 2 anni sulla panchina gigliata: «Le analisi le faremo al termine della stagione. Parlo esclusivamente di calcio. Voglio ringraziare Gonzalo Rodriguez per il contributo offerto in queste 2 stagioni. Mancata qualificazione in Europa League? Avremmo meritato di portare a casa qualche punto in più». Occhio, poi, al match contro il Pescara: «Abbiamo sempre l’obiettivo di vincere ogni partita, schiererò sia Dragowski che Saponara. Zeman è una persona genuina e resterà nella storia per quanto fatto nel mondo del calcio». Chiosa finale sulle dichiarazioni di Andrea Della Valle e sul suo futuro personale: «Preferisco commentare la partita e non le questioni del Presidente. Io mi sento un uomo fortunato perchè, allenando,  faccio il lavoro che più mi piace».

Condividi