Spalletti – Roma, Pallotta vuole tenere l’allenatore

1113
spalletti
© foto www.imagephotoagency.it

Luciano Spalletti, allenatore della Roma, potrebbe clamorosamente lasciare la capitale a fine stagione per sostituire Allegri alla Juventus. Il futuro dell’attuale tecnico giallorosso: ultimi mesi da separato in casa o garanzie per restare a Roma?

Spalletti – Roma: Pallotta non vuole cambiare – 24 marzo, ore 8.35

Dalla cena di pochi giorni fa tra Pallotta e Spalletti è emerso che il presidente non vuole cambiare allenatore. Anche se si stanno facendo alcuni nomi, Pallotta non vorrebbe perdere Spalletti e sarebbe dell’idea di tenere l’allenatore toscano. Questi però ha intenzione di firmare per il rinnovo solamente se dovesse arrivare secondo o vincere la Coppa Italia, non vuole rimanere a mani vuote. Stando a Il Corriere dello Sport Pallotta chiede decisioni in tempi brevi anche se il tentennamento sul ritiro estivo può essere un segnale per la permanenza di Spalletti: non si sa se la Roma tornerà a Pinzolo oppure svolgerà la preparazione a Trigoria (come era solito fare Spalletti anni fa) in attesa della tournée negli USA.

Spalletti – Roma, rinnovo a rischio. Spuntano Pochettino e Sousa – 22 marzo, ore 15.10

Nome nuovo per la panchina della Roma. Il club giallorosso spera di confermare Spalletti e ufficialmente non si è mosso per trovare un nuovo allenatore ma Monchi, futuro ds, e Baldini, consigliere di Pallotta, hanno già delle idee qualora il tecnico di Certaldo dovesse dire addio a fine stagione. Il nuovo ds vorrebbe Emery, allenatore con cui ha collaborato a Siviglia, Baldini invece vorrebbe Pochettino, ora al Tottenham. Sempre viva l’idea Conte ma il tecnico del Chelsea, nonostante un rapporto non idilliaco con la proprietà, è corteggiato anche dall’Inter. A riferirlo è “Il Messaggero”.

Spalletti – Roma: spunta Paulo Sousa – 22 marzo, ore 7.42

Oltre ai nomi di Emery e di Di Francesco (e di Mancini…), la Roma segue un altro allenatore, si tratta di Paulo Sousa. Stando a Il Corriere dello Sport filtrano voci di contatti tra il portoghese e la Roma. Sousa dirà addio alla Fiorentina a fine anno, ha rotto con la società e con l’ambiente e vuole cambiare aria, Roma potrebbe essere una destinazione interessante da tenere sott’occhio. Per il lusitano c’è la Roma ma attenzione anche alle piste estere, perché il Borussia Dortmund potrebbe spingere per averlo come sostituto di Tuchel. La Roma lo segue e non si sa ancora con che livello di attenzione, però Sousa è un’idea piuttosto concreta.

Spalletti – Roma: Emery o Di Francesco l’erede – 21 marzo, ore 9.13

Spalletti sembra sempre più lontano dalla Roma, anche per via delle polemiche in cui è entrato nelle ultime settimane e a causa dei risultati conseguiti. Sono due i nomi su cui si concentrano principalmente le attenzioni della Roma in questo momento, vale a dire quelli di Unai Emery e di Eusebio Di Francesco. Per quanto riguarda Di Francesco, c’è il gradimento della società e pure il tecnico vedrebbe di buon occhio un ritorno a Roma, anche se il contratto con il Sassuolo è in vigore per molto tempo ancora e c’è una clausola di rescissione da tre milioni di euro per prendere l’abruzzese. Emery invece in questo momento sembra più vicino perché l’addio al Paris Saint Germain dopo la scoppola in Champions League pare scontato. A Roma ritroverebbe Monchi, con cui ha fatto le fortune del Siviglia: una possibilità da non sottovalutare.

Spalletti – Roma: si va verso l’addio – 20 marzo

Giorni importanti per programmare il futuro della Roma. Prima dei rinnovi dei calciatori c’è da risolvere la situazione con il mister Luciano Spalletti. In questi giorni Pallotta incontrerà tutti i membri della dirigenza giallorossa per capire come muoversi. Secondo il Corriere della Sera, ci sarà presto un vertice anche con Spalletti, ma l’impressione che sta prendendo piede nelle ultime settimane è quella di un addio estivo tra il tecnico toscano e il club capitolino.

Pallotta annuncia: «Futuro Spalletti? Presto l’incontro» – 17 marzo

James Pallotta ha incontrato per le questioni relative allo stadio, il presidente della Regione Lazio, Zingaretti, e ha parlato al termine dell’incontro anche del futuro di Spalletti. Così il numero uno romanista: «Ho visto la partita di ieri in hotel. La squadra probabilmente ha giocato 90 e più minuti come mai l’ho vista giocare. Abbiamo avuto anche un po’ di sfortuna ma sono orgoglioso per quanto mostrato dalla squadra. Rinnovo di Spalletti? Sicuramente lo incontrerò. Se andrò a Trigoria? Certo».

Spalletti, il futuro: garanzie per restare a Roma? – 14 marzo, ore 14.30

Continuano a circolare le voci su un possibile addio di Luciano Spalletti a fine stagione dalla panchina della Roma. A prescindere dai recenti rumors su di un eventuale futuro alla Juventus, questi potrebbero essere gli ultimi mesi del tecnico empolese alla guida dei giallorossi. Come riportato dall’edizione de Il Messaggero, c’è sempre più distanza tra il tecnico Spalletti e il presidente della Roma, Pallotta, dopo le sue recenti dichiarazioni. «Se vinco resto» è stata fin qui la posizione davanti alle telecamere di Spalletti di fronte alla proposta di rinnovo contrattuale della società giallorossa. Un futuro che si apre a diversi scenari, ultimi mesi da separato in casa o, come riportato da Il Tempo, provare a recuperare il rapporto con la società e a ricevere determinate garanzie che potrebbero convincerlo a restare messe sul piatto da Pallotta. Il presidente tornerà in Italia dopo 6 mesi dall’ultimo viaggio nella capitale e sarà all’Olimpico per Roma – Lione: sarà tempo di affrontare anche un’altra spinosa questione, quella del rinnovo con Francesco Totti.

Spalletti alla Juventus, accordo di massima raggiunto? Il giallorosso smentisce – 12 marzo

Luciano Spalletti, allenatore della Roma, ha smentito di aver raggiunto un accordo di massima con la Juventus. Il tecnico ha parlato così del suo futuro: «Non ho firmato nessun accordo con nessuna squadra. Rinnovo con la Roma? Io voglio vincere qualcosa e se non vinco, come ho già detto, andrò via». Il tecnico ha parlato dei piani futuri giallorossi: «Se si punta sui giovani, cosa che si può fare, poi si deve smettere di parlare di vittorie finali perché la cosa non sta in piedi». Segnale per i bianconeri?

Spalletti alla Juventus per il dopo Allegri, accordo di massima raggiunto

La Juventus è ancora in piena corsa per tutte tre le competizioni a cui partecipa. Se Campionato e Coppa Italia sono certamente alla portata dei bianconeri, per la Champions sarà più difficile, ma intanto mercoledì c’è da archiviare la pratica Porto. Nonostante gli ottimi risultati sul campo, l’allenatore Max Allegri non ha ancora deciso nulla sul suo futuro e potrebbe clamorosamente lasciare la vecchia Signora con un anno di anticipo rispetto alla naturale scadenza del contratto fissata per il giugno 2018. Secondo il Corriere dello Sera, Allegri potrebbe scegliere un’esperienza all’estero all’Arsenal in Inghilterra o, ipotesi più suggestiva, al Barcellona in terra iberica. In questo caso la dirigenza juventina virerebbe su il grande rivale di quest’anno Luciano Spalletti, con il quale ci sarebbe già un accordo di massima per un futuro a tinte bianconere. Se l’allenatore giallorosso dovesse lasciare la Roma, allora anche lì si aprirebbe un buco in panchina con un possibile clamoroso ritorno proprio di Luis Enrique che fallì alla sua prima esperienza nella capitale.

Condividi