Spalletti: «Totti gioca. Dopo Napoli non si torna indietro»

96
spalletti austria vienna roma
© foto www.imagephotoagency.it

Luciano Spalletti, allenatore della Roma, è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match di domani contro l’Austria Vienna

Domani la Roma scenderà in campo all’Olimpico alle 21:05 per affrontare l’Austria Vienna nel terzo match dei gironi di Europa League. Il tecnico dei giallorossi, Luciano Spalletti, ha parlato in conferenza stampa analizzando la gara di domani e tornando anche sulla vittoria di Napoli: «Mario Rui e Nura proseguono la loro riabilitazione, su Vermaelen non abbiamo certezze, Peres e Perotti già sapete, Seck ha subìto ieri un trauma alla caviglia e non può essere disponibile. Strootman e Manolas non sono al meglio e proveranno oggi. E’ da qualche partita che abbiamo maggiore equilibrio e un maggior atteggiamento di collaborazione, che riguarda tutta la squadra ed è essenziale essere squadra. Della gara di Napoli tengo tutto, anche quello che dobbiamo migliorare. Dobbiamo essere bravi a sfruttare il momento, non dobbiamo aspettare che accada».

LE DICHIARAZIONI – Prosegue Spalletti: «Le parole di Szczesny? Ognuno, nel lecito, può dire ciò che vuole. La formazione la faccio io e domani gioca Alisson. Gerson? Lui è uno che ha velocità di piede, ha qualità di piede, è uno che in base a questo può anche  giocare più a ridosso della linea difensiva avversaria. Poi però dipende dagli altri, se ti danno il tempo, perché non è rapidissimo di gambe ma domani gioca. Nainggolan? A Napoli ha fatto bene, sta meglio. Vermaelen bisogna provarlo, questo tipo di infiammazione è nello stimolo vero che riesci a valutare quanto può tornare indietro, nell’andarlo a stuzzicare è chiaro che c’è sempre una reazione. A Napoli abbiamo fatto bene, si sta quo ora, guai a chi torna indietro. Totti? Giocherà. Ha fatto 99 gol con me e se ne facesse un altro arriverebbe a 100, io ci tengo. Li guardo anche io i numeri, è anche la sua centesima partita internazionale. Domani mi attendo una partita non facile. C’è questo Kayode che è velocissimo, Tajouri ha fatto 5 gol. Hanno dei giovani interessanti e non li sottovaluteremo».

Condividi