Szczesny e gli italiani: «Totti da esempio. Buffon merita la Champions»

szczesny roma
© foto www.imagephotoagency.it

Un elogio a Totti, uno a Buffon e qualche parola sia sulla Roma che sull’Arsenal: Szczesny saluta i giallorossi

Wojciech Szczesny è agli sgoccioli della sua esperienza con la Roma. Ha giocato sempre in questa Serie A e adesso dovrà tornare all’Arsenal, ma ancora non sa cosa gli riserverà il futuro. Intanto il portiere ha messo le cose in chiaro: «Non voglio più stare a guardare, sono rimasto fermo per cinque anni ma voglio rimanere in alto con la mia qualità e con le decisioni che prendo. Di questi due anni con la Roma mi porto dietro il fatto di essere cresciuto molto, sono salito di livello e non ho più la foga che avevo i primi tempi. Tatticamente sono più consapevole di quando essere coinvolto oppure quando devo lasciare il lavoro ai difensori. Quando sono arrivato a Roma la mia vita era diversa, ora sono sposato mentre prima non potevo neppure chiamare mia madre». Al Guardian Szczesny ha parlato della sua esperienza a Roma e anche dei compagni, in particolar modo di Totti: «Volevo vincere contro la Juventus per diversi motivi. Prima di tutto perché voglio poter dire che abbiamo perso il campionato solo perché davanti a noi c’era una delle migliori squadre europee. Buffon merita di vincere la Champions League. Totti? Penso che sia impressionante il modo con cui viene trattato a Roma. Lui è umile e simpatico, arrivare a quel livello senza perdere la testa è un esempio. Il mio futuro? Quando sarò concentrato sulla nuova stagione prenderemo una decisione, prima l’Arsenal e poi io. Voglio essere sicuro prendendomi del tempo, prima finisco questa stagione».

Condividi