Silvia Abbate: «Io interista grazie a mio figlio!»

74
silvia abbate
© foto www.imagephotoagency.it

Tacchetti a spillo – Silvia Abbate: intervista alla showgirl

Silvia Abbate è da molti è stata considerata la risposta italiana a Paris Hilton. Fisico statuario, ha un trascorso da modella, da showgirl ed infine da opinionista. Da sempre amante della fotografia, Silvia Abbate ha una laurea in Arte Moderna e Contemporanea. Ha partecipato al programma televisivo “La pupa ed il secchione”. Nel luglio 2011 ha ricoperto anche il ruolo di coniglietta di Playboy. Attualmente ogni settimana cura la sua rubrica di moda e stile su un settimanale di gossip e moda, Top, ed è diventata blogger, aprendo e gestendo un fashion blog, silviainthesky.com. Inoltre da poco tempo, si sta dedicando ad una nuova attività imprenditoriale. E’ amante dello sport, ama correre, la palestra ed adora andare a cavallo.

Dopo il tuo successo ottenuto con il programma televisivo “La Pupa e il Secchione”, come hai continuato la tua carriera in ambito televisivo?

Ho lavorato per ancora un anno girando in diversi programmi televisivi, tra Mediaset e Rai come showgirl ed opinionista dicendo la mia visione su fatti di attulità che mi venivano proposti nei vari talk show e poi ho deciso di dedicarmi alla famiglia, di ritirarmi a vita privata col mio compagno: abbiamo avuto un figlio, il mio più grande amore. Da tre anni mi sono separata e mi sono rimessa in gioco, sono tornata come opinionista, ho fatto diverse campagne pubblicitarie tornando a lavorare come modella, nel luglio 2011 sono stata anche coniglietta di Playboy: o lo facevo in quel momento o non lo facevo più, perchè gli anni passano per tutti. Sono tornata sì a mettermi in gioco, ma sempre con un occhio rivolto alla famiglia, a mio figlio più che altro. È difficile fare questo lavoro con un bambino piccolo a casa da crescere tutta sola, cercare un giusto equilibrio non è stato facile, entrambe le cose richiedono molto impegno, ma riesco a dividere la mia giornata per fare bene tutte le cose. Ora ho trovato la mia dimensione, sai il tempo passa, io divento grande e cambiano anche gli obiettivi… Per ora mi piace dire che faccio la mamma e la giornalista. Ogni settimana scrivo la mia rubrica di moda e stile su un settimanale di gossip e moda, TOP, e ho aperto un blog, silviainthesky.com, ma visto che io nella vita non mi faccio mai mancare nulla e mi piacciono le sfide mi sono buttata da poco in una attività imprenditoriale che riguarda filati nobili per l’abbigliamento, una produzione made in Italy tutta orientata alla distribuzione estera.

Qual è il ricordo più bello che ti è rimasto più impresso del periodo della Pupa e il Secchione?

Sicuramente tutto il reality è stato girato con tantissime risate, abbiamo riso noi come matti che lo abbiamo fatto e abbiamo fatto ridere. Persone bigotte e chiuse di mente forse non hanno capito che giravamo tutti una parte, ma va bene, questa è l’Italia. Poi quando è finito il reality e sono tornata alla vita reale, alla mia vita di tutti i giorni, non ero preparata, ero veramente molto giovane, senza malizia. Mi ha spaventato molto l’impatto che aveevo sulle persone, erano altri tempi, ormai circa 10 anni fa. Ora siamo abituati a vedere personaggi di reality a spasso in strada ogni giorno, ma 10 anni fa forse no. Tanta gente veniva a salutarmi, baci, abbracci foto: per me che sono sempre stata molto riservata è stato strano.

Oltre all’esperienza professionale, dopo il programma sei riuscita anche a far nascere delle amicizie? Se sì, con chi?

Ho sempre tenuto separata la mia vita privata da quel mondo che ti da tanto, ma ti toglie anche tanto, un mondo sicuramente non facile dove non si capisce realmente chi ti è amico fino in fondo. Conosco tantissimi personaggi della televisione, ma le mie vere amiche sono quelle di sempre, sono ragazze normalissime con lavori normali, avvocato, scrittrice, broker, pr. Siamo 5 amiche, un po’ alla ‘Sex & the City’, molto unite, per il resto sono tutti conoscenti. E’ difficile che mi fidi ciecamente delle persone.

Molto spesso ti hanno soprannominato la sosia di Paris Hilton, ti rivedi in lei?

La somiglianza a Paris Hilton in pochi la vedono realmente, io non la vedo ad esempio, anche se poi tanti nel programma ci hanno giocato. Nulla in contrario a Paris Hilton, ma credo che lei sia lei e io sia io, ogni persona è a sé, unica ed inimitabile.

Hai un bellissimo bambino che si chiama Federico, come fai a conciliare la tua vita lavorativa con quella di mamma?

Faccio i salti mortali, ma spero di farlo al meglio perché mio figlio è l’unica cosa che veramente mi importa nella vita: il lavoro, gli uomini, arrivano, passano e vanno, mio figlio rimarrà per me il mio punto di riferimento per tutta la vita. Sono la classica madre italiana molto attenta e molto presente.

Il tuo piccolo ti segue sempre sul lavoro, oppure devi affidarti a qualcuno che ti dia un aiuto?

Federico spesso mi segue, viene spesso con me agli eventi a cui sono invitata e alle cene, si è abituato fin da piccolo e devo dire che spesso mi sorprende, è molto educato e sa come comportarsi, è un grande accentratore ed ha una parlantina che non finisce più, da qualcuno avrà preso in famiglia…  Quando è nato ho avuto una tata a tempo pieno per aiutarmi, ero così giovane… ma da un anno, da quando Federico ha iniziato la prima elementare, non ho più nessun aiuto fisso, voglio che Federico cresca sapendo che la sua mamma è il suo punto di riferimento. Lo aiuto a fare i compiti e lo porto ai corsi, mi sono organizzata al meglio tra lavoro e bambino. Poi ovviamente per la sera quando esco con le mie amiche Federico sta a casa con una tata che viene all’occorrenza. Gli anni da “La Pupa e il Secchione” sono passati, ma la voglia di divertirmi ogni tanto c’è ancora.

Nella tua vita la famiglia che ruolo ricopre?

La famiglia è stata sempre ed è al primo posto. Non avrei lasciato la tv a 22 anni per farne una se non fosse stata per me importante e non fossi stata innamorata, poi il sogno è finito, il mio ex compagno è andato via di casa e mi sono dovuta creare una vita. Per questo non mi fido più di nessuno, sono diventata molto diffidente, disillusa, niente dura per sempre. Mia mamma è la mia miglior amica indiscussa, la mia grande consigliera e confidente. Rifarmi una famiglia sicuramente sarebbe bello, ma non cerco nulla, chi vivrà, vedrà, per ora conto solo su me stessa.

Sappiamo che sei diventata una blogger, aprendo e gestendo un fashion blog, Silviainthesky. Come ti è nata l’idea di iniziare a comunicare via web?

L’idea del blog è nata così per caso, due anni fa, quando mi sono rimessa in gioco, dopo la separazione, il mondo televisivo era cambiato, erano cambiati gli schemi e non c’era più posto per nessuno. Tante figure televisive erano state eliminate, i programmi adatti erano diminuiti, quindi il mio agente, sapendo della mia passione per la moda, la fotografia e l’arte, mi ha consigliato di aprire un blog, mi ha aiutato lui, è nato come gioco ed ora è un valido passatempo che mi porta tanto. Tanti lavori soprattutto all’estero li ho presi grazie a questo blog. Il made in Italy esportato all’estero è sempre una valida risorsa. Grazie al blog ho fatto per aziende estere fashion advisor (consulente moda).

Il tuo blog tratta solo di moda? E in che chiave? Per te, cos’è la moda?

Il mio blog è Silvia. Ci metto dentro tutte le mie passioni, tanti immagini e poca scrittura. Le immagini parlano da sè, non hanno bisogno di tante parole. Sono laureata in Arte Moderna e Contemporanea e poi in Comunicazione e Gestione nei mercati dell’arte e della cultura, e tutto quello che mi affascina entra in questo blog. Foto fatte da me e in giro per il mondo per i miei viaggi che adoro. Senza viaggiare morirei, sono un po’ zingara da questo lato. Ogni tanto lascio Federico a suo padre e parto, per una, due settimane, altrimenti me lo porto dietro. Nel blog tratto anche di moda, eventi, arte. Un po’ di tutto.

Che consiglio daresti a tutti coloro che si sentono attratti e schiavi della moda?

Siate voi stessi, seguite ciò che vi piace, mai essere schiavi di qualcuno, qualcosa: non è mai positivo. La moda è semplicità. E’ giusto mischiare e crearsi il proprio stile.

Silvia, noi siamo un magazine che tratta di sport, in particolare di calcio, tu che tipo di rapporto hai con questo sport?

Ho un ottimo rapporto con lo sport in genere e col calcio molto bello, Federico è un Pulcino dell’Inter, due volte a settimana fa allenamento al campo Inter, quindi che io voglia o no seguo tutto il campionato avendo in casa un tifoso… e ora che ci sono i ;ondiali, mi aspetterà un’estate bollente in casa con tutti i suoi amici che verranno a vedere le partite. Sono piccoli, ma gridano come i grandi. Durante l’anno lo porto molto spesso allo stadio.

Nell’ambito delle tue amicizie ci sono dei calciatori? Potresti dirci i loro nomi?

Si, ho diversi amici calciatori in diverse squadre italiane e con due in particolare ho avuto una storia, ma non mi chiedere i nomi, come già detto sono molto riservata e non ho mai amato il gossip in genere. Non sono usciti i nomi nel momento opportuno e non usciranno in questo momento.

Sei un’amante dello sport?

Sono un’amante dello sport, senza sport, che pratico assiduamente, la mia vita non sarebbe quella che è. Quasi ogni mattina vado a correre. Accompagno mio figlio a piedi a scuola e torno con una mezz’oretta di corsa nel mio quartiere ogni mattina. Non manca mai la palestra in generale e adoro andare a cavallo. Sono socia in un club milanese di equitazione e appena posso vado a montare, con le belle stagioni ne approfitto per fare uscite all’aperto.

Arriviamo all’ultima domanda. Quali sono i progetti futuri di Silvia? Hai un sogno nel cassetto che vorresti vedere realizzato al più presto?

Una famiglia numerosa è sempre stato uno dei miei sogni più grandi. L’ho assaporato per un momento della mia vita, ma evidentemente sono stata sfortunata. Per ora mi sono buttata nel lavoro, nel mio nuovo progetto di abbigliamento in cashmere con vendita diretta all’estero e mi sto impegnando in quella direzione. Per il resto non cerco e non aspetto nulla, quello che verrà, sarà. Sono molto fatalista nella vita. Cerco di impegnarmi a fare il meglio in tutto ciò che faccio senza rincorrere nulla.

Gentilissima Silvia, noi ti ringraziamo per averci concesso questa intervista e ti auguriamo tutto il bene possibile per il tuo futuro professionale e di mamma.

Ecco come seguire Silvia Abbate sui social network:

Instagram

https://www.instagram.com/silviaabbate/

Facebook

https://www.facebook.com/profile.php?id=100013217775056

Redazione CalcioNews24
Dal 2009 il calcio che vuoi, quando vuoi.
Condividi
Articolo precedente
perez-benfica-europa-league-maggio-2014-ifaUfficiale, Benfica: Enzo Perez rinnova
Prossimo articolo
taddei-esulta-roma-aprile-2014-ifaRoma, Taddei verso Genoa o Fiorentina