Tare avvistato a Montecarlo: sul piatto Keita e Milinkovic-Savic

talisca tare lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Il ds della Lazio Igli Tare avvistato nel principato per assistere a Monaco-Juventus: dopo la partita ci sarà tempo per parlare di mercato

Questa sera ad assistere alla semifinale di Champions League tra Monaco e Juventus ci sarà anche il ds della Lazio Igli Tare. Oltre a gustarsi la partita avrà sicuramente tempo per parlare d’affari con i dirigenti bianconeri presenti nel principato: sul piatto ci sarebbero i cartellini di Keita e Milinkovic-Savic. La grande stagione dei biancocelesti ha messo in luce il talento di diversi giocatori. L’astro più lucente della squadra in questo momento è Keita Balde. L’esterno scuola Barcellona, domenica scorsa ha deciso il derby con una doppietta e con il contratto in scadenza a giugno 2018 è diventato oggetto dei desideri di molte squadre di Serie A. In pole ci sarebbe la Juve che ha individuato nel talentuoso 22enne il primo obiettivo della prossima stagione. Quello bianconero per Keita è più di un sondaggio, alcune fonti confermano che nei giorni scorsi ci sarebbe stata anche una chiacchierata con il procuratore Calenda che ha confermato ai dirigenti della Juve che il suo assistito non ha alcuna intenzione di rinnovare il contratto con Lotito. In Italia anche Inter e Milan si sarebbero interessate al giocatore ma la Juve resterebbe comunque in posizione prioritaria.

Milinkovic-Savic rinnova ma può partire

Discorso simile per l’altro gioiello di casa Lazio, Sergej Milinkovic-Savic. Il centrocampista è arrivato due anni fa dal Genk e per non rischiare un nuovo caso-Keita, Lotito lo ha blindato con un nuovo contratto fino al 2022. Questo non significa che Milinkovic-Savic sia incedibile ma solo che il presidente della Lazio vuole negoziare da una posizione di forza. Base d’asta per il centrocampista 30-35 milioni, giustificati dalla giovane età e da prestazioni in costante crescita. Anche sul giocatore albanese non sono poche le voci di mercato che circolano per questo la Juve dovrà chiudere in fretta l’offerta prima che si scateni un’asta e il prezzo salga inevitabilmente.

Condividi