CONDIVIDI0 COMMENTI
Editoriali
Esclusive
10... e lode!
 CONDIVIDI0 COMMENTI
C'eravamo tanto amati
seguiil campione
 

09:40 | sabato 09 febbraio 2013

Ternana, Dianda: "Che entusiasmo in Burkina Faso!"

di Francesco Cammuca - twitter:@FranCammuca
29
-

TERNANA DIANDA BURKINA FASO - Uno dei protagonisti della fantastica cavalcata del Burkina Faso, finalista un pò a sorpresa in Coppa d'Africa, è sicuramente Salif Dianda. Il centrocampista, attualmente in forza alla Ternana, ai microfoni dei colleghi di Tuttosport, ha fatto capire quanto sarebbe importante portare a casa la conquista della competizione, ai danni della Nigeria nella finalissima in programma domani: "Non potete avere idea dell’entusiasmo e dell’attesa che si respira nell’albergo che ospita il nostro ritiro. Posso essere sincero? Nessuno se l’aspettava. Volevamo ben figurare, dare il massimo e rendere orgoglioso il nostro popolo orgoglioso. Siamo partiti con un profilo basso, riuscendo, però, a crescere partita dopo partita. E come succede ogni volta che realizzi qualcosa di realmente importante te ne rendi conto soltanto con il passare dei giorni... Stiamo iniziando a comprendere in queste ore che abbiamo eliminato il Ghana, che siamo in finale. Pazzesco, ragazzi. Pazzesco: il Burkina Faso è a 90’ dalla conquista della Coppa d’Africa. Vi rendete conto? Sarebbe una storia con un fine lieto, lietissimo. E c’è bisogno di belle storie nel calcio. Perché nel football come nella vita, non vince sempre il più forte. E perché li conosciamo, abbiamo già affrontato le Super Eagles nel girone. E non sono riusciti a batterci. La Nigeria è favorita? Beh, sì, sono forti. Molto forti. Se dovessi scommettere, punterei su di loro. Ma noi del Burkina abbiamo un vantaggio: giochiamo per divertirci. Anzi, giochiamo e ci divertiamo. Zero pressioni, mica come loro. La Nigeria in attacco fa paura ma dietro ballano che è un piacere. Sappiamo come giocano e, in queste ore, continueremo a studiarli. Il nostro ct, Paul Put, è un mago nel leggere le partite: saprà darci suggerimenti preziosi. Suggerimenti per le italiane? Se parliamo di punte credo che Jonathan Pitroipa, attualmente al Rennes, possa essere un buon investimento. Vede la porta con facilità: in due stagioni il Ligue1 ha realizzato 20 gol. A centrocampo reputo sia forte Alain Traoré del Lorient. In finale non ci sarà: è infortunato. Occhio pure ad Abdou Razack Traoré: sembra Verratti, milita nel Legia Danzica e potrebbe essere una bella rivelazione. Come finirà la finale? Vinciamo noi, segna quel mattacchione di Aristide Bancé, il nostro biondino. Farà gol su punizione, ha una castagna pazzesca e può fare male ai nigeriani. Adora le pettinature strane, proprio come Balotelli. E sa spaccare le porte proprio come Mario."

Infografiche
Diario Mondiale
comments powered by Disqus