Terremoto, Pescara – Atalanta: protesta dei tifosi

87
pescara logo
© foto www.imagephotoagency.it

La partita Pescara – Atalanta di ieri sera è stata interrotta per pochi minuti per la violenta scossa di terremoto che ha colpito l’Italia centrale. Ai tifosi non è andata giù la prosecuzione del match

L’Italia torna a tremare, una scossa di terremoto di magnitudo 5.9 ha colpito nella serata di ieri il centro della penisola. L’epicentro è stato tra Macerata e Perugia ma la terra ha tremato anche in Abruzzo e in Toscana, fino ad arrivare a Roma e persino a Napoli. Allo Stadio Adriatico di Pescara, poco dopo le 21, si stava giocando il match di Serie A tra i padroni di casa del Pescara e gli ospiti dell’Atalanta, poi finito uno a zero per i nerazzurri. Al momento della scossa, l’arbitro ha deciso di sospendere la sfida per qualche minuto.

IL TERREMOTO E LA PROTESTA – Dopo qualche istante la gara è ripresa e alla fine, come detto, l’Atalanta ha portato a casa i tre punti, ma la paura da parte dei tifosi era tanta. La scossa di terremoto ha fatto uscire un bel po’ di spettatori dall’Adriatico e tra coloro che sono rimasti c’è stato comunque del malumore. Nel secondo tempo si è infatti registrata la protesta dei tifosi della Curva Nord, che hanno abbandonato parte del settore per protesta contro la prosecuzione della gara.

Condividi