Tifosi napoletani contro Cannavaro, l’ex: «Per qualcuno avrei dovuto scansarmi» – VIDEO

Sassuolo roma mazzitelli cannavaro
© foto www.imagephotoagency.it

Alcuni supporters partenopei non hanno gradito l’ottima prova difensiva di Paolo Cannavaro nel lunch match di ieri, criticandolo sui vari social network

Cannavaro risponde alle offese sui social – 24 aprile, ore 14.15

Cannavaro, tifoso del Napoli, ieri ha affrontato, professionalmente, come richiede il caso, la sua squadra del cuore ma ciò non è andato giù ad alcuni appartenenti della torcida partenopea. L’ex capitano della squadra azzurra ha così ribattuto attraverso un video postato sul suo profilo Instagram: «Secondo qualche ragionamento contorto, io ieri avrei dovuto dire all’arbitro di aver preso la palla di mano, nonostante l’avessi colpita di testa. O, per di più, avrei dovuto mettere la mano al posto della testa perchè dovevo “far passare” il Napoli, mi dovevo scansare. Perchè sono napoletano e dovevo capire che al Sassuolo i punti non servono. Mi dispiace soltanto che, in 8 anni di Napoli, non avete capito Cannavaro che professionalità ha. Fortunatamente, però, l’hanno capito il 95-96% dei napoletani che sono intervenuti subito in mia difesa. Questo video è solo per voi, non per quei pochi che hanno scritto quelle stupidaggini, ma per voi che avete scritto tante cose bellissime. Vi mando un bacio e vi ringrazio, davvero, di cuore da un vero tifoso che il Napoli ce l’ha nel cuore e non sulla tastiera. Grazie ragazzi, sempre forza Napoli!».

Cannavaro-tifosi Napoli: è scontro – 24 aprile, ore 16.15

L’ex capitano del Napoli non si è tirato indietro, rispondendo prontamente alle accuse di alcuni pseudo tifosi partenopei come riporta il quotidiano Il Mattino: «Mi dispiace che proprio io ho dovuto frenare il Napoli nella corsa alla Champions. Per la prima volta in carriera ho finito una partita con i crampi perchè il Napoli è una squadra straordinaria, spettacolare come poche in Italia. Il sito del Napoli mi ha definito core ‘ngrat e mi spiace… non lo sono… sono solo uno che fa il proprio dovere. L’ho sempre fatto e continuerò a farlo».

Condividi