Toro, il sogno è Imbula: i dettagli

cairo
© foto www.imagephotoagency.it

Il Torino è alla caccia di un rinforzo in mediana: il primo obiettivo Chalobah ha detto “no”, si vira sul francese dello Stoke City

Due anni fa, nell’OM di Bielsa, era il braccio armato del centrocampo, l’uomo che tutti avrebbero voluto. Poi la scelta di passare al Porto – per una cifra importante: 23 milioni di euro – è stato forse l’errore della sua carriera. Da lì, l’arrivo allo Stoke City per 25 milioni di euro, dove però è andata anche peggio: Giannelli Imbula era un gran prospetto, mentre oggi sembra un giocatore un po’ perso (solo 14 partite giocate in tutte le competizioni durante il 2016-17). Ciò nonostante, le potenzialità mostrate in Francia non sono sparite e il francese sembra aver rotto con dirigenza e allenatore allo Stoke City, come ha riportato “Tuttosport”. Per questo, il Torino ci starebbe facendo più di un pensierino sul mercato: Imbula è un espresso desiderio di Mihajlovic, che già lo aveva richiesto a gennaio. Il d.s. granata Petrarchi sta lavorando al miglioramento dell’offerta iniziale, che prevedeva un prestito con diritto di riscatto: l’incontro della prossima settimana potrebbe vedere il Torino metter sul piatto l’obbligo di riscatto, mentre lo Stoke City – per volontà del suo tecnico, il gallese Mark Hughes – ha già deciso di tagliare il ragazzo fuori dalla squadra nell’ultima stagione. L’unico ostacolo è il prezzo: i Potters vogliono 15 milioni per rientrare parzialmente dall’investimento del 2016.

Condividi