Torricelli: «Conte? Rispetterà il contratto, polemiche inutili»

7
© foto www.imagephotoagency.it

Il pensiero dell’ ex compagno di squadra del ct azzurro

Il sodalizio Conte-Nazionale non è mai stato semplice e lo si è capito fin dalle prime settimane in veste di ct, ma l’ allenatore leccese ha continuato per la sua strada, una strada che lo porterà, con tutta probabilità, ad Euro 2016. Dopo l’ ultima polemica con John Elkan, noi della redazione di calcionews24.com abbiamo contattato Moreno Torricelli per un parere sull’ attuale momento che sta vivendo l’ ex tecnico bianconero.

 

Che idea si è fatto della vicenda, a margine dell’ infortunio di Marchisio, tra Conte ed Elkann?

«Devo dire la verità, non ho seguito da vicino quello che è successo e per questo motivo preferirei non parlare dell’ accaduto. Penso solo che tra i due ci siano visioni differenti, perché ovviamente la Juve tiene ai proprio giocatori e Conte tiene alla Nazionale, ma questo ci sta».

 

L’ infortunio di Marchisio ha inoltre scatenato la rabbia di molti tifosi juventini. E’ giustificato secondo lei questo genere di trattamento nei riguardi del loro ex allenatore?

«Ormai con i mezzi di comunicazione ognuno può dire la sua, ma vedo tutto questo un po’ fuori luogo, però è un opinione personale. Comunque da quando c’è la Nazionale ci sono sempre state questo tipo di polemiche, ma è ovvio che questo genere di cose dette dai tifosi fanno un pochino più male. Era totalmente osannato e appoggiato fino a qualche mese fa e ora no, ma conoscendo Conte, una persona che da anima e corpo per quello che fa e tenendo conto inoltre dei 20 anni che ha trascorso alla Juve, mi sembra davvero limitativo ridursi a polemizzare su questo tipo di episodio e contro una figura che ha scritto la storia di una società».

 

Come giudica la partita contro la Bulgaria?

«Credo che tutti si aspettassero un risultato diverso, ma penso che alla fine questo non vada ad inficiare sul risultato finale che si è prefissa l’ Italia, ovvero ottenere la qualificazione per i prossimi Europei».

 

 

Il percorso di Conte alla guida della Nazionale è stato piuttosto travagliato, dato che lei lo conosce personalmente, crede che rimarrà comunque sulla panchina azzurra?

«Penso che Antonio continuerà perlomeno fino alla scadenza del suo contratto e so che quando prende una decisione cerca sempre di portarla a termine, percui di questo credo sia convinto. A mio avviso poi sta facendo bene, non dimentichiamo tutte le problematiche del calcio italiano, arriviamo da un campionato del mondo disastroso e nel momento della ricostruzione serve un periodo di adattamento, quindi non vedo tutte queste negatività».

Condividi