Udinese, Delneri: «Si è parlato troppo di Danilo»

29
delneri udinese
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Gigi Delneri, tecnico dell’Udinese, alla vigilia del match contro il Cagliari

Gigi Delneri, tecnico dell’Udinese, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Cagliari di Massimo Rastelli: «Il Cagliari sa sfruttare appieno il suo stadio, vorrà ottenere i tre punti. Mi aspetto un match molto maschio e intenso, come a Genova e Palermo. Rossoblù peggior difesa del campionato? Ma ha segnato anche tanti goal. Mi sembra 18. Ha subito tanto, ma contro squadre di livello. In avanti ha calciatori affidabili come Borriello, Sau, Melchiorri, e Barella è interessante. E comunque sia Isla e Padoin non sono calciatori di primo pelo. La più brutta Udinese nel secondo tempo con il Napoli? Dipende anche dagli altri, noi di certo possiamo fare meglio, ma quella partita ci deve insegnare che bisogna giocare con le linee giuste, altrimenti sono guai. Se bisogna ancora lavorare tanto? Certo, ma già concediamo meno. Ci sono errori di distrazioni, ma anche abilità dell’avversario. Vedremo sempre meno errori, ma dobbiamo concentrarci sul lavoro di reparto. Le dinamiche sono lì, dobbiamo porci in modo diverso. Dobbiamo riuscire ad avere concetti più precisi. I ragazzi pagano a caro prezzo a volte il concetto difensivo globale, non singolo. Si possono evitare le distrazioni, ma il pensiero moltiplicato per 4 non è semplice. Dobbiamo limitare al minimo i danni per portare la squadra a non giocare solo con la palla lunga. Cerchiamo continuità, abbiamo perso contro squadre che giocano la Champions League, ma abbiamo dimostrato di poter combattere con tutti. Noi andiamo sempre in campo per i tre punto, ma non sempre ci si riesce. Però abbiamo margini di miglioramento molto alti. Il caso Danilo? Mi dispiace perché in tutte le buone famiglie può esserci un litigio. Ha avuto un risonanza a livello mondiale. Mi sembrerebbe esagerato levare la fascia di capitano per un litigio. Lui ci rappresenta, ma mi pare esagerato mettere per quattro giorni Danilo sul giornale. I ragazzi, comunque, sono concentrati. Perica, Zapata e Thereau insieme? Possono giocare insieme, ma devono imparare a occupare il campo indistintamente»

DELNERI CONTINUA – «Jankto esterno basso? Non ha difesa. Ha delle qualità importanti, ma non dietro. Può giocare come mezzala e tornante, fa movimento anche senza palla. Si sta giocando il posto abbastanza bene, credo in lui. Quanti punti mi aspetto entro Natale? Io li farei tutti, quindi 15. Ma bisogna fare i conti con gli altri. I ragazzi hanno un atteggiamento positivo, proviamo a superare le nostre difficoltà. Siamo sulla buona strada, faremo il campionato che ci compete. Kone non convocato? Scelta tecnica. Penaranda? Ha qualità importanti, è a disposizione. Samir è un vice Felipe? Chiunque può essere sostituito da chiunque. Samir può giocarsela con Adnan. Danilo insostituibile? Nessuno lo è».

 

 

 

Condividi