Udinese, il neo ds Gerolin: «Prenderemo un attaccante. Sul portiere…»

calciomercato udinese behrami
© foto www.imagephotoagency.it

Il nuovo direttore sportivo dell’Udinese, Manuel Gerolin, si è presentato in conferenza stampa. Le sue parole sul progetto dei bianconeri

Venerdì l’ufficialità, oggi la presentazione. Il nuovo direttore sportivo dell’Udinese, Manuel Gerolin, è intervenuto in conferenza stampa presentando il progetto in bianconero: «Manco ormai da 10 anni e devo dire che l’Udinese, che era già una squadra modello, è migliorata davvero in tutto. Devo dire che ci sono stati grandi miglioramenti. Vedere queste strutture che sono cresciute è motivo d’orgoglio e uno stimolo a non fermarsi mai – le parole riportate dal sito ufficiale del club friulano – I miei compiti? Saranno quelli classici di un direttore sportivo. Credo che sia un segnale importante della società, da dare alla gente, ai nostri giocatori, sentirsi una parte forte del nostro territorio. Qui si lavora e si cresce. Giorno per giorno si deve migliorare e si trova il miglioramento. Questa è la mentalità che dobbiamo trasferire ai nostri giocatori. Qui si fanno i risultati che ti premiano, non soltanto in ottica di trampolino, ma di identità e di consapevolezza di stare in quella che è già una grande squadra. Conosco la famiglia Pozzo e spero che questo sia un vantaggio. Io ci metterò tutte le mie capacità e tutta la mia voglia per lavorare bene. Mi riempie d’orgoglio essere tornato qui e insieme a loro faremo crescere questa struttura e questa società. L’Udinese fin dai tempi in cui giocavo io è sempre stata attenta a tutto il mercato. Si guarda per primo al mercato italiano e, perché no, a quello territoriale. Poi c’è lo scouting internazionale che viene sfruttato quando necessario, però se c’è possibilità di pescare in Italia l’Udinese non esiterà. Cercheremo di lavorare sfruttando le competenze di ognuno e gli occhi saranno puntati su tutte le parti del Mondo. Dobbiamo fare il punto della situazione in questi giorni. E’ normale che la rinuncia a Zapata porterà all’acquisto di un giocatore di quel ruolo. Sulla questione portiere il discorso è similare, solo che si dovrà fare una scelta di scrematura e non di aggiunta. Siamo felici di avere tre portieri molto forti, di cui due friulani. Valuteremo bene la situazione per capire quale sarà la soluzione migliore. Il rapporto con l’allenatore e i tecnici sarà fondamentale; sarà quotidiano. Delneri è uno di noi e lo ha dimostrato. Parleremo ogni giorno, condivideremo idee per avere in campo una squadra bella tosta».

Condividi