Ursino: «Scida non sia alibi». E spunta Padelli

268
ursino crotone
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole del ds del Crotone, Ursino, circa il terribile inizio di stagione della formazione calabrese. E ritorna in auge il nome di Padelli…

Giuseppe Ursino, direttore sportivo del Crotone, ha rilasciato alcune dichiarazioni per commentare e presentare il prossimo turno di campionato dei calabresi, ancora fermi ad un punto in classifica, contro il Sassuolo. Questo quanto raccolto dai microfoni del Corriere dello Sport: «Speriamo arrivi presto questa benedetta vittoria. Importante principalmente per il lato psicologico che in questo caso è determinante. Lo scorso anno iniziammo con una batosta a Cagliari, poi giocammo in casa molto male con il Novara, ma riuscimmo a vincere. Questo è stato l’episodio che ha cambiato la nostra stagione. Anche quest’anno abbiamo bisogno di una scossa, di un episodio che ci faccia prendere consapevolezza dei nostri mezzi e sicurezza».

I FATTORI – Tra i motivi, sicuramente, c’è anche il fattore ambientale, visto che il Crotone sta praticamente giocando “in trasferta” anche le gare interne: «Contro il Sassuolo vogliamo fare risultato anche se sarà una partita molto difficile, loro stanno facendo benissimo anche in Europa League. Li ho visti giocare tre volte, hanno molto entusiasmo e sanno rendersi pericolosi. Scida? Non deve essere un alibi, ma giocare sempre fuori casa non è facile. Sono certo che quando torneremo a giocare allo Scida ci sarà un nuovo entusiasmo e venderemo cara la pelle anche contro le grandi». Pillola di mercato: pare che il Crotone abbiamo preso informazioni sul portiere del Torino, Daniele Padelli, già ex calciatore della formazione calabrese – nella stagione 2006/2007 prima dell’approdo al Liverpool – per garantire maggiore esperienza rispetto al titolare Alex Cordaz in Serie A.

Condividi