Vrenna: «Normale contestare il Crotone, ma niente polemiche»

472
© foto www.imagephotoagency.it

Il Crotone è sempre ultimo in classifica in Serie A, il club pitagorico però ha bisogno del sostegno dell’ambiente secondo il presidente Vrenna

Raffaele Vrenna, presidente del Crotone, non vuole sentire polemiche per l’ultimo posto dei suoi. Tutti devono remare nella stessa direzione per poter far bene e lo stesso Vrenna ha dichiarato: «Penso sia normale contestare quando le cose non girano bene. Capisco la tifoseria, ci sta di non essere in linea con la politica societaria ma voglio ricordare che noi più di così non possiamo fare. Avevamo di fronte il Torino che vale centinaia di milioni, hanno giocatori che per noi sono un’illusione. Ognuno deve fare i conti con le proprie forze e il Crotone alcuni calciatori a certe cifre non se li può permettere. Non è il momento delle polemiche».

VRENNA E IL CROTONE – «L’importante è che la nostra tifoseria capisca che nei momenti difficili c’è bisogno dell’aiuto di tutti. Faremo di tutto per risollevarci da questa situazione. Possiamo mettere a disposizione la competenza di 25 anni di calcio, non è un buon momento ma speriamo di risolvere, come in altre occasioni, anche questa crisi – ha aggiunto Vrenna, scrive La Gazzetta dello Sport -. Dobbiamo restare attaccati al quartetto di squadre con le quali ci giocheremo la salvezza. Calciomercato? Di sicuro si può fare qualcosa. Ma, come ho detto, dobbiamo stare attaccati il più possibile a questo quartetto, perché sennò si perde il senso della stagione».

Condividi