Zamparini: «Volevo Donadoni. De Zerbi diventerà un grande»

40
zamparini palermo
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni del presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, a pochi giorni dalla sfida di Serie A contro il Bologna di Roberto Donadoni

Intervistato ai microfoni de Il Corriere di Bologna, Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, ha rilasciato queste dichiarazioni per commentare l’andamento della squadra rosa-nero: «De Zerbi? Gli manca l’esperienza, è vero, ma mi piace il suo calcio propositivo e come fa giocare la squadra. Ha solo bisogno di tempo e da me lo avrà. Anche se a Bologna gli andrà male? Primo, non vedo perché a Bologna dovrebbe andarci male, secondo perché sono convinto che diventerà un grande allenatore. E non lo penso solo io. Aspettiamolo e vedrete». Il Palermo si troverà di fronte il Bologna di Roberto Donadoni: «Dopo quel Bologna-Palermo del 2015 avrei preso Donadoni. Lo volevo e ci rimasi male quando lo ingaggiò il Bologna, perché avevo capito di dover cambiare l’allenatore».
OCCHIO DI FALCO E FIUTO DEL TALENTO – Il presidente del Palermo vira poi sui grandi talenti emersi nel corso di questo scorcio di campionato e applaude il fiuto del gol del proprio bomber, Nestorovski: «Lo sapevo che Nestorovski era un grande attaccante, per tre anni di fila è stato capocannoniere in Croazia, e quando uno ha il gol addosso non ti tradisce. Giovani talenti? Sallai, Balogh e Lo Faso hanno grandissima qualità, sono due ungheresi e un siciliano di 19 e 20 anni che arricchiranno il Palermo. Poi c’è Posavec, il portiere, deve solo fare esperienza».

Condividi