5 maggio 2002, Iuliano ricorda: «Cuper mi odiava solo per quello»

5 maggio 2002, Iuliano ricorda: «Cuper mi odiava solo per quello»
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex difensore della Juventus Mark Iuliano torna sulla rivalità con l’Inter e quel famoso e tremendo 5 maggio 2002: protagonista l’ex allenatore dell’Inter Cuper, diventato poi tre anni dopo suo allenatore al Maiorca…

Ci sono storie nelle storie che non si dimenticano mai. Una di queste, sicuramente, riguarderà il 5 maggio 2002 ed i suoi protagonisti: Juventus e Inter. I nerazzurri sconfitti contro la Lazio quando erano ad un passo dalla conquista dello Scudetto con i bianconeri che, vittoriosi con l’Udinese, riescono ad alzare inopinatamente il trofeo all’ultimo proprio, sono un’immagine di sport che nessuno dimenticherà mai sia da una parte che dall’altra. Non lo dimenticherà per esempio mai Hector Cuper, attuale commissario tecnico della nazionale egiziana, ma soprattutto ex allenatore di quell’Inter. Non lo dimenticherà mai nemmeno però Mark Iuliano, ex difensore bianconero che, nemmeno a dirlo, in quel 5 maggio c’era e godeva non poco. Quello che molti forse non ricordano però è che, qualche anno dopo, nel 2005, proprio Iuliano sarebbe andato a giocare nel Maiorca, in Spagna. Indovinate un po’ chi era l’allenatore di quella squadra?

«Io e Cuper ci ritrovammo insieme al Maiorca – ha raccontato Iuliano a Sky Sport 24, riprendendo il discorso della rivalità tra Juve e Inter, risorta nelle ultime settimane (leggi anche: Juventus: Allegri invia una spia in casa Inter) – . Io ero un suo giocatore, eppure l’argentino mi odiava per la storia del 5 maggio ancora… Mi diceva: “Mi hai fatto perdere un sacco di soldi (probabilmente quelli dei premi, ndr)”, ma io gli rispondevo “Mister, però è stato lei a togliere Ronaldo contro la Lazio, all’ultima giornata. Io stavo giocando da un’altra parte, eravamo nemici giurati!”». Insomma, impossibile dimenticare.