Boca Juniors, il presidente Angelici chiede la vittoria a tavolino

Boca Juniors, il presidente Angelici chiede la vittoria a tavolino
© foto Wikimedia Commons

Il presidente del Boca Juniors Daniel Angelici ha presentato un dossier di 15 pagine alla Conmebol per chiedere la vittoria a tavolino della finale di Copa Libertadores

Clamorose notizie quelle che arrivano direttamente dall’Argentina. Dopo il rinvio ufficiale della gara tra Boca Juniors e River Plate, ci sono nuovi sviluppi sul futuro del Superclasico e della Copa Libertadores. Il presidente degli xeneizes Daniel Angelici ha presentato alla Conmebol un dossier di 15 pagine in merito al caos del prepartita, dall’assalto al bus al ferimento di Pablo Perez. L’obiettivo? Chiedere la vittoria a tavolino per il club gialloblu.

Una decisione che avrebbe risvolti drammatici, ma totalmente giustificata dai fatti accaduti e soprattutto dai precedenti. Infatti, nel 2015, il Boca Juniors perse una partita a tavolino degli ottavi della Copa Libertadores proprio per un assalto dei propri tifosi ai giocatori del River Plate con il gas urticante. Queste le parole di Angelici: «Le partite si vincono e si perdono sul campo, però sono il presidente del Boca e non posso parlare a titolo personale ma tutelare gli interessi del club. L’esposto è un atto dovuto verso i nostri tifosi, perché so come si sentono rispetto a quanto successo nel 2015».