Chiara sfreccia veloce: una catanese a tutto gas! – VIDEO e FOTO

Alla scoperta della modella catanese dal cuore rossazzurro Chiara Giuffrida, volto emergente del motorsport targato Sportitalia

Da sempre accademia di grandi talenti femminili, Sportitalia non rinuncia alla propria mission di informare e… formare non soltanto quando si parla di calcio, basket, pallavolo e motori, ma pure più in generale di belle figliole, come le new entry Agata Alonzo, Jori Delli ed Alice Brivio. Non è sfuggito per esempio a tanti il volto della giovane Chiara Giuffrida, padrona di casa delle rubriche di motorsport dell’emittente più “formosa” d’Italia e vero e proprio astro nascente sui social col suo bel carico di quasi 77mila followers racimolati su Instagram. Una donna tutta curve: non soltanto quelle distribuite nei punti giusti del suo corpo, ma pure quelle delle piste che nel corso degli ultimi anni ha avuto la possibilità di visitare. «Il mio vero obiettivo è il mondo dell’informazione, nella fattispecie quella sportiva – racconta la modella siciliana – . Il mio lavoro però mi ha dato l’opportunità di conoscere il mondo del motorsport, lavorando per MotoGp, Superbike o Formula1 e soprattutto per Monster Energy».

Non la classica ombrellina insomma, perché Chiara, a 22 anni, ha già le idee molto chiare e, dopo la laurea in Linguaggi dei Media alla Cattolica di Milano, punta ad una carriera duratura: «Ho sempre sognato di conciliare il percorso di studi con il mio lavoro, avviando una carriera televisiva nel ruolo di conduttrice. Ora mi sto mettendo alla prova e presto inizierò un’accademia di dizione e conduzione». Tra una cosa e l’altra, c’è spazio ovviamente anche per il calcio e la Giuffrida, catanese doc (anche se milanese d’adozione), non rinnega la propria passione rossazzurra: «Ho sempre tifato per il Catania grazie al mio papà che mi ha trasmesso la passione. Purtoppo a causa del tracollo del Catania e del mio trasferimento a Milano, mi sono allontanata dal tifo sfegatato da stadio, ma il cuore resta rossazzurro. Quest’anno, per il secondo campionato consecutivo, lavoro per l’Inter a San Siro». Lei sì che sa come andare a tutto gas.