Da Montella a Montella: «Gattuso dà il meglio nelle difficoltà»

Da Montella a Montella: «Gattuso dà il meglio nelle difficoltà»
© foto www.imagephotoagency.it

Vincenzo è stato sostituito da Gattuso al Milan, ma Antonio ha giocato per l’ex nazionale italiano: «Va sempre alla ricerca dell’aggressività»

Caro Montella, una notte agitata? «Veramente no, serenissima». Che effetto fa essere sostituiti da Gattuso? «È successo, ma io con lui ho comunque un buon rapporto». Calma, c’è qualcosa che non va. L’intervista a Vincenzo Montella era su “La Gazzetta dello Sport” di ieri. Ora parla Antonio Montella, che non ha un passato in Serie A e non ha parenti famosi, ma è un caso troppo curioso: un calciatore che si chiama come l’Aeroplanino e un anno fa giocava per Gattuso al Pisa.

DURO, MA PURO – L’attuale ala dell’Albinoleffe descrive un pregio e un difetto del nuovo tecnico del Milan: «Un pregio: non porta rancore. Mi è capitato di litigare con lui: quella volta per il weekend non mi ha convocato, ma la settimana dopo ero titolare. Un difetto: fatica a contare fino a dieci e reagisce d’istinto». Dopo l’esperienza di Pisa, è pronto per allenare il Milan? «Non è un’avventura facile, ma Gattuso dà il meglio nelle situazioni difficili. Lo aiuterà Gigi Riccio, il suo vice, molto preparato, per carattere più calmo di lui. Sono come fratelli». Si può raccontare in due righe il Gattuso allenatore? «Fa allenamenti non lunghi, da 50 a 75 minuti, sempre con il gps e la ricerca dell’aggressività. Fa lavorare tantissimo gli attaccanti in fase difensiva. Io per lui avrei fatto di tutto, ma che fatica: finivo quasi sempre coi crampi…».