Dagospia contro la Juve: «Fatti di piazza San Carlo, nuovo problema per Agnelli?»

Dagospia contro la Juve: «Fatti di piazza San Carlo, nuovo problema per Agnelli?»
© foto www.imagephotoagency.it

Il caso biglietti e ora anche i fatti di piazza San Carlo. La bomba di Dagospia sul presidente della Juventus Agnelli: le ultimissime

Dopo il processo sul caso biglietti, il presidente della Juventus Andrea Agnelli ha un’altra gatta da pelare. Secondo “Dagospia“, nell’inchiesta sui fatti di piazza San Carlo, in cui ha perso la vita Erike Poletti, potrebbero esserci delle novità sorprendenti. Uno degli indagati ‘eccellenti’ starebbe indirizzando la procura verso la Juventus. Secondo il sito di D’Agostino, il falso allarme del 3 giugno che ha scatenato il finimondo con una ragazza morta e oltre 1500 feriti, potrebbe colpire la Juve.

«Uno degli indagati “eccellenti”, tra quelli che sono ingranaggi fondamentali dello Stato, è molto indispettito per essere stato toccato dall’inchiesta, e sta facendo venire fuori che tutti gli steward presenti in piazza quella sera erano della Juventus, solitamente gestiti dal capo della sicurezza bianconero, Alessandro D’Angelo, uomo di fiducia del presidente» scrive Dagospia. D’Angelo è coinvolto, insieme al presidente, nella vicenda relativa al caso biglietti, ed è stato condannato in primo grado, nel processo sportivo (nessuno è indagato o coinvolto nel processo penale), a un anno di inibizione. Attese novità importanti, secondo il sito di D’Agostino, anche sui fatti di piazza San Carlo.