Dani Alves rivela: «Alla Juve per alzare il livello del calcio italiano, poi meglio andar via»

Dani Alves rivela: «Alla Juve per alzare il livello del calcio italiano, poi meglio andar via»
© foto www.imagephotoagency.it

Dani Alves dice tutto, tra passato in bianconero e presente del campionato di Serie A

Dani Alves, attuale calciatore del Paris Saint Germain, si è raccontato ai microfoni di Sky Sport: «Mi fa piacere essere qui e ritrovare i miei vecchi compagni di squadra: abbiamo fatto una bella annata ed è sempre piacevole ricordarla. Perchè sono andato alla Juve? Per far capire al calcio italiano che doveva alzare il suo livello. Avrei voluto fare di più, poi, però, ho capito che sarebbe stato meglio andar via perchè non mi piaceva come stavano andando le cose. La Serie A ha il dovere di ritornare protagonista. Napoli? Difende la parola calcio e credo che tutte le altre squadre dovrebbero prenderlo come esempio». 

Dani Alves ospite speciale al Gran Galà del calcio ha ricordato l’anno vissuto alla Juventus: «Sono qui grazie a loro» – 27 novembre, ore 22.00

Ospite speciale al Gran Galà del calcio è stato Dani Alves che l’anno scorso militava nella Juventus ed è passato al PSG nell’ultimo mercato. «Lo scorso anno abbiamo avuto la possibilità di fare la storia e se sono qui è per l’opportunità che mi ha dato la Juve. Sono felice di essere qui», ha detto il brasiliano. Nei giorni scorsi c’è stata una piccola polemica per un “like” al gol di Insigne: «Amo tanto il calcio, quando una cosa è bella è giusto riconoscerlo». Sull’Italia fuori dai mondiali: «Non credo il problema dell’Italia sia l’allenatore, il calcio italiano è rimasto un po’ indietro e deve reinventarsi un po’».