Diritti TV, un’app evita di abbonarsi sia a Sky sia a Perform

Diritti TV, un’app evita di abbonarsi sia a Sky sia a Perform
© foto www.imagephotoagency.it

Domani avverrà l’assegnazione dei diritti TV della Serie A per il triennio 2018-2021. Sky e Perform dovrebbero aggiudicarsi l’intero pacchetto. Un’app consentirà di evitare di sottoscrivere un doppio abbonamento

Dopo mesi di trattative sembra si stia finalmente definendo il panorama televisivo della Serie A per il triennio 2018-2021. Come riporta l’edizione odierna del Messaggero, il Tribunale di Milano ha respinto il ricorso di Mediapro, condannata anche a pagare 15mila euro di spese processuali. L’azienda spagnola denunciava di aver ricevuto dalla Lega Calcio un prodotto non conforme alla legge Melandri ma la sentenza non le ha dato ragione. «Le autorità hanno sempre confermato la correttezza della procedura di commercializzazione dei diritti e la Lega si riserva di agire in ogni sede competente a tutela delle proprie ragione e della propria immagine», affermano da via Rossellini. Domani verrà indetto un nuovo bando e sul tavolo della Lega Calcio ci saranno le offerte di Sky e Perform, un Over The Top pronto ad investire quasi 600 milioni di euro per i diritti della Serie A. L’aspetto interessante è che i telespettatori non dovranno necessariamente sottoscrivere un doppio abbonamento per vedere tutte le partite.

Perform infatti intende lanciare un’app che consentirà di far confluire i suoi contenuti su Sky e viceversa. L’offerta dovrebbe prevedere anche qualche forma di tutela in materia di highlights, che verrebbero trasmessi dopo le 22 di domenica. Questo significa che trasmissioni come Novantesimo Minuto potrebbero scomparire dal palinsesto televisivo.