Genoa: il derby ormai è un tabù, Juric porta tutti in ritiro

Genoa: il derby ormai è un tabù, Juric porta tutti in ritiro
© foto www.imagephotoagency.it

Genoa sempre sconfitto in casa nel Derby della Lanterna negli ultimi cinque precedenti come non accadeva da oltre 40 anni: Juric contro la Sampdoria ora si gioca il tutto per tutto

Ivan Juric si gioca tutto, ma il suo Genoa non sarà da meno: stasera nel derby contro la Sampdoria non ci sarà spazio per i cuori deboli. Sarà una gara da dentro o fuori per l’allenatore rossoblu, ormai ad un passo dall’esonero: un’altra sconfitta contro la formazione blucerchiata sarebbe inaccettabile, specie in considerazione di una statistica allucinante per il Derby della Lanterna, ovvero quella che vede il Grifone non vincente dal 15 settembre 2013, oltre cinque anni fa, in una stracittadina genovese. In quell’occasione i rossoblu si imposero addirittura per 3 a 0 (gol di Luca Antonini, Emanuele Calaiò e Francesco Lodi), poi il buio: da allora perfino cinque sconfitte di fila nel massimo campionato giocando in casa, di cui quattro senza segnare nemmeno un gol. Un fatto quasi unico in pratica, perché non succedeva per la precisione dal lontano 1977.

Per questo da ieri Juric ha deciso di portare la squadra in ritiro: ci sarà da evitare l’ennesimo passo falso di una partita che sembra maledetta (nel complesso, i rossoblu hanno vinto un solo derby degli ultimi nove mettendo insieme per il resto sei sconfitte ed appena due pareggi). Specie per l’allenatore croato, che tra l’altro è reduce dalla conquista di un solo punto nelle ultime cinque partite alla guida del Grifone, da quando è stato richiamato al posto di Davide Ballardini (ben otto in meno rispetto a quanto fatto dal precedecessore nello stesso numero di partite). È il caso di dirlo: si salvi chi può.