Giampaolo verso Genoa-Samp: «Il dramma della città non va confuso col Derby»

Giampaolo verso Genoa-Samp: «Il dramma della città non va confuso col Derby»
© foto Valentina Martini

Le parole di Giampaolo in vista del derby della Lanterna tra Genoa e Sampdoria, il primo dopo la tragedia del ponte Morandi in agosto

Marco Giampaolo racconta in conferenza stampa le emozioni in vista del derby della Lanterna tra Genoa e Sampdoria a pochi mesi dalla tragedia del ponte Morandi: «Il derby di Genova è una partita speciale: ha un valore importante per la città, ma il dramma che vive la città non va confuso con questa partita. Una partita che va vissuta e giocata con emozione. I giocatori li abbiamo rimessi a posto negli ultimi giorni: qualche dubbio c’è sempre, ma avremo ancora domani mattina per pensarci. La sosta è servita per interrompere quel trend negativo che ci aveva accompagnato nelle ultime partite. Mi aspetto una Samp che giochi a calcio, la squadra non deve cambiare modo di essere per la partita contro un avversario che ha caratteristiche particolari».

Giampaolo svela le sensazioni della squadra in vista del derby, anche tra i tanti nuovi calciatori blucerchiati che approcciano alla gara contro il Genoa: «Chi ha già giocato i derby è prodigo di consiglio, poi ci sono i filmati, i nostri tifosi che verranno a trovarci in hotel: c’è poco da spiegare ai nuovi, tutti sanno dell’importanza di questa gara per la città. Il derby resetta, non puoi pensare alle tre sconfitte precedenti, il derby resetta, è una partita diversa dalle altre se la giochi e la vivi, non se la subisci. Non devi avere rimpianti successivamente. Tutto cambia nel calcio, io faccio affidamento sulla mia squadra e sul lavoro che porto avanti con loro, il resto non mi interessa. Che Genoa mi aspetto? E’ una squadra aggressiva, non ti fa giocare, attaccanti bravi in profondità nello sfruttare gli spazi, tutte cosi sulle quali siamo preparati».