Incredibile in Russia! Kokorin è stato arrestato e rimarrà in stato di fermo: ecco cosa rischia

Incredibile in Russia! Kokorin è stato arrestato e rimarrà in stato di fermo: ecco cosa rischia
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo le aggressioni dei giorni scorsi, Kokorin si è presentato in polizia dopo una giornata da fuggitivo: è in stato di fermo

Pura follia in Russia. Come riportato dai media russi, Aleksandr Kokorin è stato arrestato e rimarrà in stato di fermo per le prossime 48 ore in quanto sospettato dei reati compiuti nei giorni precedenti. Nel frattempo, lo Zenit ha ritirato dai suoi negozi la maglia di Kokorin che ora rischia l’esclusione dal Campionato Russo e dalla Nazionale.

Kokorin: si presenta in stazione di polizia col suo avvocato

Kokorin, stella della nazionale e attaccante dello Zenit San Pietroburgo, dopo essersi dato alla fuga, si è presentato alla stazione di polizia con il suo avvocato. Nessuno sapeva dove fosse e neanche i dirigenti del suo club sapevano come contattarlo. Ora verrà interrogato.

Kokorin: ricercato dalla polizia per quasi 12 ore

Nella giornata di oggi si sarebbe dovuto presentare alla polizia alle ore 6 locali, ma ciò non è avvenuto. Nei giorni scorsi Kokorin si era reso protagonista di alcuni episodi violenti tra cui l’aggressione ad un funzionario del Ministero dell’Industria e all’autista di un canale TV. Entrambi gli episodi, ripresi dalle telecamere son stati vagliati dalla polizia russa che aspettavano il classe ’91 per l’interrogatorio. 

Ecco le parole del capo della polizia russa  Yuriy Titov: «Stiamo preparando i documenti per dichiararlo ufficialmente un ricercato». Kokorin rischia fino a 7 anni di carcere per le aggressioni dei giorni scorsi. Insieme a lui, rischiare il carcere è anche il suo amico, nonché centrocampista del Krasnodar, Mamaev che era presente in entrambe le occasioni. A differenza di Kokorin però, il classe ’88 si è presentato oggi all’interrogatorio.