Infortunio Milik, parla Arek: «Oggi primi contatti con il pallone»

milik napoli chiesa
© foto www.imagephotoagency.it

Infortunio Milik: brutto k. o. per l’attaccante polacco del Napoli. Il centravanti potrebbe restare fuori per più di 4 mesi: la nota azzurra..

AGGIORNAMENTO 20 NOVEMBRE – Arek Milik continua il suo percorso di recupero dopo il brutto infortunio subito con la nazionale polacca. L’attaccante partenopeo, questa mattina a Castelvolturno, ha cominciato ad allenarsi con il pallone. Il video, diffuso dalla stessa società azzurra, è stato accompagnato da un messaggio dell’attaccante polacco: «Continuo a lottare per tornare in campo. Oggi i primi contatto con il pallone. Un ringraziamento a tutti coloro che mi stanno sostenendo». Milik, dunque, si allena con il pallone ed i tifosi azzurri sperano di rivederlo presto al San Paolo.

AGGIORNAMENTO 18 NOVEMBRE, PARLA MILIK – Arek Milik aggiorna i tifosi del Napoli e non solo sul suo recupero. Queste le parole dell’attaccante a “Sky Sport“: «Sto bene, non mi ricordo nemmeno quanti giorni sono passati dall’intervento ma posso iniziare a correre, in campo, non a giocare e sono felice. Lo dice anche il mio fisioterapista, le cose stanno andando bene e sono contento. Quando tornerò? E’ la prima volta che mi accade un infortunio del genere, non posso rispondere io a questa domanda perché è sempre pericoloso sbilanciarsi ed è difficile dirlo ma sicuramente tornerò in campo con il nuovo anno, vedremo quando».

AGGIORNAMENTO 14 NOVEMBRE  – L’attaccante del Napoli, Arkadiusz Milik, corre veloce verso il recupero. Alle ore 17:00 circa, sul profilo Instagram della società è stato postato un video del calciatore polacco che corre sopra un tapis roulant. Al termine del video, il centravanti della società partenopea incita i propri compagni e i tifosi con un sorriso a 32 denti e un caloroso “Forza Napoli”.

AGGIORNAMENTO 11 NOVEMBRE -Prosegue la tabella di riabilitazione per Arek Milik. Nuovi aggiornamenti arrivano dal professor Mariani di Villa Stuart, intervenuto a Radio Kiss Kiss Napoli: «Sta bene, è sereno e fiducioso. Adesso si passa alla seconda fase, con Milik che sarà impegnato su capacità atletiche in piscina. Inizierà anche a correre e ci sarà contatto con il pallone, non per iniziare a calciare ma per riacquistare le capacità propriocettive. Tra un mese ci sarà un nuovo controllo a Villa Stuart: a quel punto, come auspichiamo, sarà disponibile per i preparatori atletici del Napoli».

AGGIORNAMENTO 10 NOVEMBRE – Il Napoli ha chiarito le condizioni fisiche dell’atleta in un comunicato apparso sul sito ufficiale della società partenopea: «Milik ha svolto questa mattina, come da programma, la visita di controllo dal Professor Mariani a Villa Stuart, accompagnato dal medico Sociale del Napoli Dottor De Nicola. Il ginocchio sta bene e Arek può iniziare a correre con la palla, per riprodurre il gesto tecnico e migliorare la propriocezione. Intanto l’attaccante azzurro proseguirà la sua tabella di riabilitazione continuando il potenziamento muscolare e la preparazione atletica in acqua».

AGGIORNAMENTO 9 NOVEMBRE – Il recupero di Milik dall’infortunio procede nel migliore dei modi. Il centravanti polacco, ko ad ottobre in occasione della gara tra Polonia e Danimarca, spera di recuperare in 100 giorni ma c’è chi parla addirittura di un ritorno in campo in Primavera. Secondo “Il Corriere dello Sport” il polacco sta bruciando le tappe e le sensazioni restano positive. Al momento nessuno si può sbilanciare sul ritorno in campo dell’attaccante del Napoli, nemmeno lo stesso giocatore che si è limitato a un «Tornerò presto» su Instagram. Il Napoli spera di averlo a disposizione entro la fine del mercato di gennaio.

Infortunio Milik: dramma Napoli. L’attaccante ha rimediato un brutto infortunio in occasione della sfida tra Polonia e Danimarca, terminata con la vittoria per 3 a 2 dei polacchi. Milik ha procurato il rigore segnato da Lewandoski per il 2-0 e poi è uscito dopo il primo tempo per infortunio. Le sue condizioni saranno valutate nelle prossime ore. Inizialmente le condizioni dell’attaccante non destavano preoccupazione ma gli esami non sono stati clementi con il ragazzo.

LE ULTIMISSIME – Dall’entourage dell’attaccante filtra pessimismo: Milik ha rimediato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, come da esito della risonanza magnetica svolta poco dopo essere uscito dal campo. Il Napoli sta valutando la possibilità di pescare un nuovo attaccante dal mercato degli svincolati, potendo contare solo su Gabbiadini come punta centrale, e su Mertens o Callejon come falso nueve.

Ecco il video dell’infortunio di Milik con la Polonia

AGGIORNAMENTO 10.20 – Arriva anche il comunicato ufficiale del Napoli riguardo all’infortunio di Milik: gli azzurri attendono ovviamente l’esito finale degli esami prima di dire la loro sulla possibile assenza del polacco dai campi per i prossimi quattro mesi. «Arkadiusz Milik è atteso in giornata in Italia dove sarà sottoposto alle visite e agli esami diagnostici da parte dei sanitari del Napoli per accertare l’entità dell’infortunio», si legge nella nota azzurra. Nel mentre la società dovrebbe comunque ricevere un indennizzo da parte della FIFA.

AGGIORNAMENTO 18.30 – In questi minuti il centravanti polacco si trova a Villa Stuart, dove effettuerà gli esami clinici al ginocchio. Intercettato dai microfoni di Sky Sport, l’ex Ajax ha rilasciato alcune brevi dichiarazioni: «Potrebbe andare meglio. Ora sosterrò gli esami, vedremo dopo i controlli».

AGGIORNAMENTO 19.30, IL COMUNICATO UFFICIALE – A confermare, definitivamente, il lungo stop di Milik è il club azzurro tramite un comunicato ufficiale diramato sul sito internet: «Arkadiusz Milik ha effettuato oggi la risonanza magnetica a Villa Stuart dal Dottor Mariani, dopo l’infortunio subìto con la Polonia. Gli esami hanno confermato la diagnosi di: rottura totale del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. L’attaccante azzurro si sottoporrà ad intervento chirurgico domani mattina a Villa Stuart».

LE DICHIARAZIONI DEL PROF. MARIANI – E’ terminato l’intervento chirurgico per ricostruire il crociato anteriore del ginocchio di Milik, perfettamente riuscito. Ecco le dichiarazioni del prof. Mariani«L’operazione è terminata, rimarrà qui a Villa Stuart due giorni e mezzo: verrà dimesso giovedì. Tempi di recupero sui 4-6 mesi? Sì, restiamo su questi tempi. Man mano informeremo sui suoi progressi».

AGGIORNAMENTO 13/10 – Milik inizia le terapie a Catelvolturno. Il comunicato del Napoli: «Dopo l’operazione al ginocchio sinistro, Milik è arrivato oggi pomeriggio a Castelvolturno. Arek, accolto da Sarri e dalla squadra, ha ricevuto l’abbraccio dei compagni e poi ha iniziato ad effettuare le terapie sotto la supervisione del Dottor De Nicola e dello staff medico azzurro. L’attaccante del Napoli proseguirà nei prossimi giorni, sempre al Centro Tecnico, la sua tabella di riabilitazione».

AGGIORNAMENTO 14/10 – Primi passi in campo per Milik, ecco il comunicato del club partenopeo: «Primi passi in campo per Arek Milik. L’attaccante del Napoli, dopo aver svolto terapie a Castelvolturno, ha seguito l’allenamento della squadra. Una scelta, anche a scopo terapeutico, per avvicinare subito Milik ai compagni ed avviare quindi un processo di riabilitazione anche in termini psico-motori. Arek ha abbracciato prima il Presidente De Laurentiis e poi ha passeggiato sul campo di allenamento la supervisione del medico sociale Dottore De Nicola. Milik proseguirà sempre al Centro Tecnico le terapie al ginocchio».

AGGIORNAMENTO 14 OTTOBRE – Continua il recupero di Arek Milik dal grave infortunio che lo ha colpito ad inizio ottobre. Giovedì, secondo quanto riporta Radio Kiss Kiss Napoli, il polacco si recherà a Villa Stuart per sottoporsi ad una visita di controllo dal professor Mariani. Saranno così valutate le condizioni dell’ex Ajax, la cui assenza si sta facendo sentire per la formazione di Maurizio Sarri.