Juve, Banca Imi: ricavi al top con Ronaldo ma bilancio in rosso fino al 2021

Juve, Banca Imi: ricavi al top con Ronaldo ma bilancio in rosso fino al 2021
© foto Cristiano Ronaldo

L’analisi di Banca Imi dopo il colpo Cristiano Ronaldo. Effetti nel bilancio della Juve solo fra 3 anni, prima bilanci in rosso. Le ultime

Si è parlato tanto dell’effetto Cristiano Ronaldo sui conti della Juve. Un colpo importante a livello tecnico ma anche commerciale. Gli analisti di Banca Imi hanno analizzato i conti bianconeri in un report intitolato “Ronaldomics” e hanno calcolato il potenziale impatto dell’acquisto del fuoriclasse portoghese sui conti del club. La Juventus, grazie all’arrivo di CR7 e grazie anche ad altri fattori quali plusvalenze e maggiori incassi dalla Champions, aumenterà i propri ricavi che dovrebbero passare dai 505 milioni della stagione 2017-2018 ai 557 milioni previsti per stagione in corso, per poi salire fino a circa 624 milioni nel 2021-2022.

Fino ad allora, però, i costi del personale tesserato e gli ammortamenti, dove il peso del solo Cristiano Ronaldo è stato stimato in 60 milioni annui porterà a un rosso in bilancio, non solo per l’esercizio in corso (si stima un rosso di 68 milioni di euro per il 2018-2019) ma anche per i prossimi due esercizi (-62,4 milioni la perdita attesa per il 2019-2020 e -26,3 milioni il rosso previsto per il 2020-2021). A questi risultati gli analisti della banca d’investimento del gruppo Intesa Sanpaolo arrivano assumendo plusvalenze per circa 60 milioni ogni anno e ricavi dalla Champions League calcolati su uno scenario prudenziale che prevede l’approdo dei bianconeri fino ai quarti di finale.