Juventus, Allegri: «Quando sono arrivato mi tiravano le uova… Chiellini? Miglior difensore al mondo»

Juventus, Allegri: «Quando sono arrivato mi tiravano le uova… Chiellini? Miglior difensore al mondo»
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri ha rilasciato una lunga intervista a Massimo Giletti in occasione dei Gazzetta Sports Awards

Emergono nuovi stralci delle varie interviste rilasciate ieri da Massimiliano Allegri in occasione dei Gazzetta Sports Awards. Il tecnico della Juventus, che ha vinto il premio di allenatore dell’anno, ha parlato con Massimo Giletti, volto di La7, del suo passato e del suo presente. Queste le sue parole: «Allenare è stata la mia sfida, io amo le cose impossibili… o quasi. Quando sono arrivato mi tiravano le uova, dissi ‘speriamo che tra un anno smetteranno’. Ne parlavo con il presidente Agnelli, tutte le squadre che ho allenato mi hanno dato qualcosa. Errori nella carriera? Sicuramente con il Manchester United in casa, quando siamo passati dal dominare sull’1-0 a perdere 1-2. A volte con i cambi si perdono le partite, lì ho sbagliato quando altre volte era andata bene».

In merito al calcio giocato, Allegri ha le idee chiare: «Bisogna lavorare molto sui settori giovanili. E fare due passi indietro nelle tradizioni calcistiche italiane. L’Italia ha avuto tantissimi grandi allenatori prima di Sacchi, ma di loro abbiamo buttato tutto. Si pensa che il calcio vada verso una scienza esatta, ma per me è un gioco di conoscenza. Se prendi 20 ragazzini e li lasci lì, dopo due mesi torni e sono tutti migliorati».

Allegri si è soffermato anche su Juventus-Inter e sul rapporto con Marotta: «È stato lui a volermi alla Juve. Ora è all’Inter, ma venerdì ha detto che non viene… La partita? Metterò 11 giocatori in campo e spero di fare risultato contro una grande squadra. Sarà una partita bella e affascinante, come sempre da cinque stelle di difficoltà. Icardi? Ho un grande attacco sono già molto contento… Cr7? Meritava il pallone d’oro».

Infine, il tecnico livornese si sofferma su due suoi giocatori: «Bentancur è giovane ma è migliorato molto. Ora fa meglio la mezz’ala che il centrale e in questo dovrà migliorare nelle due fasi. Chiellini? Il miglior difensore al mondo insieme a Sergio Ramos. Ha la tranquillità nel gestire le partite e la calma dei migliori».