L’evoluzione di Zielinski: Piotr si fa in tre per il Napoli

L’evoluzione di Zielinski: Piotr si fa in tre per il Napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Piotr Zielinski nasce trequartista nell’Udinese, ma nel Napoli ha saputo reinventarsi prima come mezz’ala, ruolo già ricoperto ad Empoli, e poi esterno d’attacco

Chi lo dice che le persone difficilmente cambiano non ha mai visto giocare il Napoli di Maurizio Sarri, che di calciatori che hanno cambiato il loro modo di essere in campo ce ne sono eccome. Il caso più illustre è Dries Mertens, ma lo stesso Piotr Zielinski non è da meno. Il Corriere dello Sport ha approfondito la tematica, partendo dalle origini, ovvero da Udine, da dove arrivò per 17 milioni di euro.

A Napoli abbiamo visto tre Zielinski. Anzi, i primi due da alternativa ad Hamsik e ad Allan. A sinistra ha più compiti di costruzione e di palleggio, sul lato opposto è chiamato a fare più interdizione senza disdegnare gli inserimenti senza palla. Contro Milan e Udinese, inoltre, è stato provato da esterno d’attacco in luogo dell’acciaccato Lorenzo Insigne. Ruolo in cui deve dar sfogo a corsa e dribbling, altre caratteristiche insite nel suo calcio. E’ questo il calcio secondo Darwin, quello che vede i calciatori in continua evoluzione, spostando più in là il confine dei propri limiti fisici e tecnici. Zielinski si fa in tre per questo Napoli.