Lo sfogo di Malesani: «Deriso dai social, ma il calcio mi manca»

Lo sfogo di Malesani: «Deriso dai social, ma il calcio mi manca»
© foto www.imagephotoagency.it

Alberto Malesani ha parlato della sua carriera. Il tecnico non allena dal 2014, ultima esperienza negativa a Sassuolo

Alberto Malesani vorrebbe tornare in pista, la panchina manca. L’ultima esperienza, quella sulla panchina del Sassuolo nel 2014, ha lasciato il segno. Cinque partite e cinque sconfitte sulla panca dei neroverdi, al loro primo anno in A, poi l’esonero e il ritorno di Di Francesco che condurrà il Sassuolo alla salvezza. L’ex tecnico di Parma e Fiorentina tra le altre sente nostalgia del calcio: «A me manca di sicuro. E’ stato la mia vita e dentro ora ho un vuoto, ma sul perché io non sia più in panchina devono rispondere gli altri. E a quanto sembra gli manco poco». Malesani si aspettava un finale di carriera diverso. E’ stato l’ultimo tecnico italiano a vincere la Coppa Uefa, l’attuale Europa League, sulla panchina del Parma.

Malesani si sfoga, pensa di non essere capito: «Dall’analisi che mi sono fatto credo di aver sempre lavorato bene, con spunti avveniristici e con idee innovative e non quelle trite e ritrite delle quali sento sempre parlare. Vede, il calcio è una ricerca quotidiana e magari non avendolo saputo spiegare sono finito per diventare famoso per quelle cazzate sui social». Il tecnico accusa i social: «Sono stato giudicato per le immagini e non per il lavoro che ho fatto sul campo come avrebbe dovuto essere, le mie esternazioni, le mie espressioni, il mio modo di essere persona e di evidenziare la passione per il calcio sono stati ripresi dai social e di conseguenza sono stato deriso e sbeffeggiato. Non ci sono altri motivi».