Lucarelli sui cori discriminatori: «Sono una forma di ignoranza, non di razzismo»

Lucarelli sui cori discriminatori: «Sono una forma di ignoranza, non di razzismo»
© foto Cristiano Lucarelli

L’ex azzurro Lucarelli ha dato una sua opinione sui cori discriminatori da stadio: «Non conoscono la bellezza di Napoli. Sono degli ignoranti»

Cristiano Lucarelli ha espresso, sul Corriere del Mezzogiorno, la sua opinione in merito ai cori discriminatori che spesso risuonano negli stadi italiani. Ecco le parole dell’ex azzurro: «Non si può far finta di niente ma non si dovrebbe nemmeno esagerare. Dobbiamo dare il giusto valore a ciò che succede». E poi continua: «Per me non ha senso sospendere le partite, chi canta questi cori non conosce Napoli, la sua storia, la sua bellezza, non si meritano questa considerazione».

Lucarelli spiega che a parere suo si tratta di forme di ignoranza e non di razzismo come spesso si pensa e riporta l’esempio di ciò che successe al derby di Torino quando si arrivò ad offendere la memoria di Superga. L’ex calciatore conclude affermando: «Ci sono gli organi preposti che dovrebbero occuparsene, se veramente volessero fermare tutto ciò saprebbero come fare».