Maicon si racconta: «La mia Inter era un mondo perfetto»

Maicon si racconta: «La mia Inter era un mondo perfetto»
© foto www.imagephotoagency.it

Maicon, indimenticabile terzino destro dell’Inter del Triplete, ha parlato del passato così come del presente del club neroazzurro

Il “Colosso” Maicon, domenica sera, era allo stadio per entrare a far parte della squadra “Inter Forever”, lui che sarà ricordato per sempre come un eroe del Triplete: «Era un mondo perfetto, bastava guardarsi negli occhi. Con troppe parole non si va da nessuna parte, servono i fatti». Mourinho? «È stato il migliore con cui io abbia mai lavorato. Serve una mentalità fortissima. Altrimenti non riesci a giocare con lui e per lui. Lui diceva cosa fare e in partita veniva tutto bene. Quindi riflettevi: “Allora ha ragione”. E aumentava la fiducia in lui di noi giocatori».

Poi il focus dell’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport si sposta anche sull’Inter di oggi: «La difesa nerazzurra e tutto il meccanismo stanno lavorando molto bene. Altrimenti non fermi due volte su due una squadra come il Napoli». Il migliore? «Skriniar. Fortissimo in mezzo alla difesa, molto bravo». Poi l’ex terzino brasiliano dice la sua su Luciano Spalletti, attuale guida tecnica dell’Inter e allenatore della Roma ai tempi di Maicon: «Anche se abbiamo lavorato insieme per poco tempo lo ricordo piacevolmente. È un bravissimo allenatore, un martello nel lavoro quotidiano. I giocatori dell’Inter stiano tranquilli: anche dopo un buon 0-0 contro il Napoli, lavoreranno. Come lavoreranno in questi giorni».