Maldini: «Possibile ritorno al Milan, ma voglio chiarezza»

Maldini: «Possibile ritorno al Milan, ma voglio chiarezza»
© foto www.imagephotoagency.it

Paolo Maldini è stato designato come possibile direttore tecnico o direttore generale del Milan, ma lui stesso vuole mettere le cose in chiaro

Paolo Maldini al Milan è una possibilità che va avanti da tempo e ieri sono uscite news su un suo probabile ruolo da direttore generale con il nuovo Milan targato Sino Europe Sports. L’ex capitano rossonero però vuole fare chiarezza sulle recenti voci. Prima di tutto dice di rispettare molto Marco Fassone, con lui si è visto quattro volte in un mese e si è sentito dire che è la prima e unica scelta. Inoltre la bandiera rossonera afferma di aver deciso una cosa: «Per rispetto della mia storia, se entro nel Milan lo faccio solo seguendo i miei ideali».

I NUOVI – Maldini però vorrebbe conoscere i nuovi proprietari, non vuole mettere la faccia in un progetto farsa. Ha incontrato Han Li e anche lui vuole in società l’ex capitano, il quale vuole più sicurezza su due punti: la mancanza di una responsabilità diretta nell’area tecnica e la scarsa chiarezza sul ruolo, dimostrate finora. Maldini non sa cosa potrebbe fare da direttore tecnico, perché dovrebbe confrontarsi con il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli e potrebbero nascere diatribe nell’ottica del numero tre storico del Milan. Per questo c’è urgenza bisogno di chiarezza, i ruoli rischiano di sovrapporsi e non c’è nulla di certo.

VOGLIO CHIAREZZA – «Ho bisogno di condividere il progetto e di sentirmi dire che cosa vogliono da me, il lavoro sarebbe complicato ma affascinante» aggiunge Paolo Maldini a La Gazzetta dello Sport, prima di specificare che non ci sono problemi di natura economica e di chiudere così: «Si farà? Bisogna chiederlo a loro. Finora ci sono state tante voci e poca chiarezza. Non è detto che si faccia, ma è possibile. Però solo con ruoli definiti e con la condivisione del progetto».