Maran: «Io ai miei giocatori insegno ad essere corretti. Meritavamo di vincere»

Maran: «Io ai miei giocatori insegno ad essere corretti. Meritavamo di vincere»
© foto www.imagephotoagency.it

Categorico mister Maran al termine del derby di Coppa Italia. Alla fine anche un battibecco con Pecchia: al centro dello scontro la restituzione di un pallone messo fuori dai clivensi.

Non ci sono subbi. Secondo mister Rolando Maran doveva passare il turno il suo Chievo perchè aveva costruito di più.

«Abbiamo solo comandato, anche il gol loro lo abbiamo fatto noi. Purtroppo quando si va alla lotteria dei rigori non sempre vince chi merita. Noi buone cose durante la partita le abbiamo fatte, abbiamo giocato per vincere la partita, loro hanno cercato il risultato andando ai rigori. Il calcio è questo, ne prendiamo atto, ci dispiace. Oggi tanti ragazzi giocavano per la prima volta e hanno messo in mostra importanti miglioramenti per cercare di mettermi in difficoltà e va bene così. Hanno fatto tanto e bene e avrebbero meritato di passare il turno. Abbiamo avuto qualche fase meno brillante soprattutto dopo aver subito il pareggio, ma ci siamo ripresi. Quando poi devi attaccare la fatica si fa sentire. Non siamo stati fortunatissimi».

Nel corso della partita poi c’è stato anche un battibecco con Pecchia. Maran ha la sua versione: «Dovevano restituire la palla, ma loro non l’hanno fatto. Dopo un fallo su un nostro giocatore avevamo messo palla fuori e quindi per correttezza avrebbero dovuto ridare a noi la palla. Io ai miei giocatori insegno questo, loro non l’hanno fatto».

E tra i giovani che si sono messi in luce ieri sera c’è stato Mattia Bani. «Soprattutto nel secondo tempo abbiamo imposto solo noi la partita e cercato il gol vittoria, ma non siamo stati fortunati. Domenica giocheremo contro l’Inter. Sarà una partita difficile ma abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti, quindi faremo la nostra partita. Cerchiamo di portare avanti le idee di mister Maran e miglioreremo lavorando sempre di più».