Milan, riecco Conti: «Ti riporto in Champions, ma quanta sofferenza!»

Milan, riecco Conti: «Ti riporto in Champions, ma quanta sofferenza!»
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Andrea Conti che racconta il calvario post-infortunio: il terzino del Milan è pronto al rientro e lancia segnali a Gattuso

E’ finito l’anno da incubo per Andrea Conti del Milan. I due terribili stop al ginocchio lo hanno tenuto lontano dai campi per molto a tempo, adesso è tornato a sorridere. Ma il calvario è stato lungo e anche il recupero dal punto di vista psicologico dopo un lunghissimo stop. Ne ha parlato lo stesso Conti intervistato ai microfoni di Sky Sport: «Fu incredibile arrivare a Milanello, è stato tutto molto bello nei primi allenamenti ma poi sono arrivati questi due infortuni che psicologicamente mi hanno massacrato. Ho sempre cercato di nascondere la mia tristezza, ma è stato un anno veramente difficile per me: la cosa peggiore è il non poter fare niente per aiutare i tuoi compagni che lottano e soffrono in campo».

Prosegue Conti, tornato nuovamente a disposizione di Gennaro Gattuso che già lo ha convocato in più di una occasione: «Spero che il peggio sia passato, sono contento e mi sento sempre meglio. Sono a disposizione, quando il mister vorrà mettermi dentro sa che potrà contare su di me. Chiaramente non ho i 90 minuti nelle gambe, ma qualche spezzone sono in grado di poterlo fare. Quando Gattuso vorrà, io ci sono. Puntiamo alla Champions e stiamo dimostrando di poterci stare, siamo più uniti rispetto a qualche mese fa. Dobbiamo fare un bel filotto di vittorie e dare un segnale al campionato, ho un sogno che è riportare il Milan sul tetto d’Italia e d’Europa. Maldini? Fino a dieci giorni fa lo osservavo da lontano, non riuscivo a parlarci perché per me era un mito».