Napoli-Juventus: Sacchi è ancora un profeta. Ecco cosa aveva consigliato ad Allegri

Napoli-Juventus: Sacchi è ancora un profeta. Ecco cosa aveva consigliato ad Allegri
© foto www.imagephotoagency.it

Arrigo Sacchi alla vigilia di Napoli-Juventus aveva suggerito ad Allegri un particolare atteggiamento tattico. Il livornese sembra avergli dato ascolto

Al di là dell’esito di Napoli-Juventus, si può dire che dal punto di vista tattico la novità più interessante si sia manifestata nei primi minuti, quando i bianconeri hanno preso in mano il pallino del gioco costringendo gli azzurri per larghi tratti nella loro metà campo. Un Napoli intimidito, forse incapace di prevedere questo atteggiamento da parte dei ragazzi di Allegri, si è ritrovato così dopo soli 13′ a dover rimontare il gol di svantaggio segnato da Higuain. Merito dunque all’allenatore livornese, ma anche ad un maestro di calcio senza tempo come Arrigo Sacchi.

Non c’è dubbio che il tecnico di Fusignano abbia in Maurizio Sarri il suo pupillo del momento: ne apprezza il coraggio, il metodo e la qualità delle idee. In un’intervista pubblicata oggi da La Stampa, però, Sacchi aveva indicato la strategia di gioco che la Juventus a suo dire avrebbe dovuto adottare per sorprendere il Napoli: «Per Allegri, fare come Manchester City e Real Madrid, aggredire Sarri in casa sua, sarebbe un contropiede». Sembrerebbe proprio che Allegri gli abbia dato ascolto. In ogni caso Sacchi ha dimostrato, ancora una volta, di essere un profeta del calcio.