Napoli, qual è il tuo segreto? Tutti i fattori dei successi sul finale di gara

Napoli, qual è il tuo segreto? Tutti i fattori dei successi sul finale di gara
© foto www.imagephotoagency.it

Il Napoli è una piacevole rivelazione di questa stagione, soprattutto in Champions League, dove sta stupendo tutte le avversarie

Qual è il segreto del Napoli? Quella forza fisica dirompente, quel dinamismo atletico che permette ai giocatori di tenere alto il ritmo gara per tutti i novanta minuti, coinvolgendo l’intera rosa a disposizione? Non è un caso che gli azzurri siano la miglior squadra a lasciare il segno nell’ultima mezz’ora di gioco e c’è sicuramente una ragione per i grandi successi agguantati all’ultimo respiro tra campionato e Champions.

Si tratta, in realtà, di più fattori, tutti a loro modo importantissimi. Innanzitutto, naturalmente, un ruolo fondamentale è riservato ai preparatori atletici Mauri e Morabito e al match analyst Simone Montanaro, passando per il nutrizionista Fulco. Ma un ruolo davvero interessante è svolto anche da Luca Guerra che, attraverso i gps presenti nelle pettorine dei vari giocatori, può controllare in tempo reale i loro movimenti, monitorarli e trovare soluzioni personalizzate ideali per tutti i singoli, ovviamente con l’ausilio dello staff medico. C’è poi anche spazio per Antonio Giordano, coordinatore scientifico del Napoli. Il famoso oncologo sta infatti portando avanti uno studio sul DNA degli atleti, una ricerca “attraverso cui riusciremo a prevedere al 70% la suscettibilità di ogni giocatore ad affaticamento e infortuni“. Insomma, è un Napoli competitivo sotto ogni aspetto.