Pelé ridimensiona Messi: «Non può essere paragonato a me»

Pelé ridimensiona Messi: «Non può essere paragonato a me»
© foto www.imagephotoagency.it

Pelé ridimensiona Messi: O’Rey a ruota libera sull’argentino e bacchetta Neymar: «Gli ho tirato le orecchie, è difficile da difendere».

Edson Arantes do Nascimento, in arte Pelé, è universalmente riconosciuto come uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi. Intervistato dal quotidiano ‘Folha de Sao Paulo’, O’Rey rifiuta l’accostamento con Messi e riserva bordate anche nei confronti del suo connazionale Neymar. Pelé ridimensiona Messi: «Come si può paragonare un calciatore che calcia bene di sinistro e di destro e che è bravo anche di testa con uno che calcia con un piede solo, che ha un solo dribbling e che non sa colpire di testa? – si è chiesto l’ex numero 10 – Per paragonare qualcuno a Pelè bisogna trovare un calciatore che sappia fare bene tutte queste cose”.

Per la leggenda del calcio brasiliano, anche Diego Armando Maradona era superiore a Messi. «Per quanto mi riguarda, Maradona è stato uno dei migliori giocatori di sempre. – ha sottolineato Pelé – Se mi chiedi se lui era più forte di Messi io rispondo che sì, Maradona era molto più forte di Messi. Anche Beckenbauer e Cruyff sono stati calciatori eccellenti». Ma Pelé ne ha anche per un altro fenomeno del calcio mondiale, il suo connazionale Neymar: «Gli ho tirato le orecchie, – ha rivelato – l’ho incontrato due volte in Europa di recente e gli ho detto quello che penso. È diventato difficile da difendere per tutte le cose che fa fuori dal campo, io gli ho detto che Dio gli ha offerto un grande dono e che spesso è proprio Ney a complicare tutto. Lui è ancora più completo di Mbappé, ma in Europa si parla molto più del francese».

Parole al miele, infine, per Kylian Mbappé, che Pelé incorona come suo potenziale erede: «Quando penso alla mia gioventù – ha rivelato – mi rivedo in Mbappé. Non ha ancora 20 anni e ha vinto il Mondiale. Quello tra me e lui è un paragone che sento fare spesso e penso possa essere giusto». Parole forti, quelle di Pelé, destinate a far discutere i tifosi e gli appassionati di calcio.

CHAMPIONS, NUOVO RECORD PER MESSI: 106 GOL CON LA STESSA MAGLIA