Pellè, scuse a Ventura: «Ho fatto una cavolata»

Pellè, scuse a Ventura: «Ho fatto una cavolata»
© foto www.imagephotoagency.it

L’attaccante dell’Italia, Graziano Pellè, viene sostituito da Ventura al 60′ del match con la Spagna e non stringe la mano al commissario tecnico

Italia – Spagna, c’è un caso Pellè. L’attaccante leccese, attualmente in forza allo Shandong Luneng, esce stizzito dal match contro la Spagna dopo la sostituzione con Ciro Immobile. Al 59′ del match valevole per il match dei gironi di qualificazione ad Euro 2016 tra Italia e Spagna, Giampiero Ventura, commissario tecnico della Nazionale italiana, ha effettuato il secondo cambio della partita (precedentemente Bonaventura era subentrato a Montolivo infortunato durante il match) richiamando Pellè in panchina per far posto a Ciro Immobile.

LA SECONDA VOLTA – Graziano Pellè, tuttavia, sembra non aver preso alla grande il cambio con l’attaccante della Lazio: come hanno mostrato le telecamere dello Stadium, infatti, Pellè non ha dato la mano al commissario tecnico Giampiero Ventura dopo il cambio, evidentemente stizzito dalla decisione del proprio allenatore. Ed il popolo del web, sempre attento e con buona memoria, non ha perdonato la seconda uscita a vuoto dell’attaccante pugliese, dopo quella ben più nota in occasione dei calci di rigore con la Germania durante lo scorso Europeo.

LA REAZIONE DI VENTURA – Nella conferenza dalla sala stampa dello Juventus Stadium, tuttavia, Giampiero Ventura ha cercato di minimizzare l’episodio occorso in occasione del cambio di Pellè: «Credo che Graziano fosse arrabbiato, non tanto per la sostituzione, ma per la partita fatta fino a quel momento. Sono cose di calcio, chiaro che rappresentando l’Italia forse un minimo di attenzione in più avrebbe dovuto averlo».

LE SCUSE DI PELLE’ – Attraverso il proprio account Instagram sono arrivate le scuse ufficiali di Pellè: «Eh si!! Purtroppo,mi capita nuovamente di fare una cavolata. Un comportamento inaccettabile,nei confronti del mister in primis e di riflesso ai miei compagni che hanno sempre dimostrato di avere dei valori importanti all’interno di un fantastico gruppo ITALIA nel quale facciamo parte. Come ogni errore grave, si subiscono sempre delle conseguenze. Ed e’ giustissimo che io mi prenda delle responsabilità sull’accaduto. Era doveroso rivolgere le scuse di cuore a tutti».

IT’S TOO LATE TO APOLOGIZE – Proprio così: alla fine Graziano Pellè è stato cacciato con effetto immediato dal ritiro della Nazionale Italiana facendo ritorno al suo club di appartenenza, lo Shandong Luneng, e verrà chiaramente escluso dalla lista dei convocati per la sfida contro la Macedonia.