Da Italia-Svezia a Italia-Argentina: la formazione di Di Biagio cambia poco

bonucci buffon italia
© foto www.imagephotoagency.it

Dal playoff con la Svezia sono passati cinque mesi, ma Di Biagio schiera quasi gli stessi titolari: le ultime sulle formazioni di Italia-Argentina

L’Italia questa sera giocherà contro l’Argentina in amichevole a Manchester. Sarà la gara di esordio di Luigi Di Biagio come commissario tecnico azzurro e si troverà di fronte nientedimeno che Leo Messi, uno dei migliori calciatori della storia. Non sarà facile, ma Di Biagio sta pensando alle contromisure. Come si schiererà la prima Italia del nuovo ct? Il modulo è il 4-3-3, l’idea di Di Biagio è quella e la sta portando avanti da giorni. A Coverciano il tecnico ha provato gli azzurri con quel modulo, adatto a valorizzare le qualità di Immobile e Insigne, che partiranno titolari in attacco. Il terzo là davanti dovrebbe essere Candreva, la cui convocazione ha fatto storcere il naso a molti. Chiesa e Cutrone, i due nuovi, non dovrebbero scendere in campo dal primo minuto ma, probabilmente, Di Biagio li proverà in corso d’opera. Lo stesso discorso vale anche per l’altro possibile esordiente, ovvero Ferrari.

Italia-Argentina formazioni: 7 titolari su 11 giocarono contro la Svezia

C’è da fermare Messi, come si fa? Di Biagio pensa a una difesa a quattro con due terzini che sanno spingere benissimo, curiosamente entrambi nati come centrocampisti: Florenzi a destra, Spinazzola a sinistra. Di fronte a Buffon i due centrali saranno Bonucci e Rugani, anche se lo juventino non è parso al meglio in allenamento e ha messo in allarme Ogbonna, che però dovrebbe rimanere fuori. Il centrocampo punterà su un mix di tecnica e di sostanza: Jorginho in mezzo, nel ruolo che ricopre perfettamente a Napoli, Verratti va sul centrosinistra mentre Parolo starà dall’altra parte. I cambiamenti rispetto all’ultima gara della Nazionale, quella con la Svezia a San Siro, non sono molti. Non c’è più il 3-5-2 che tanto fece discutere, ma la rivoluzione tra i titolari è stata solo paventata. Buffon, Bonucci, Florenzi, Jorginho, Parolo, Immobile e Candreva erano in campo pure a novembre, mentre Verratti era assente solo per squalifica.