Ranking UEFA, è ufficiale: l’Italia avrà 4 squadre in UCL anche nel 2019/2020

Ranking UEFA, è ufficiale: l’Italia avrà 4 squadre in UCL anche nel 2019/2020
© foto www.imagephotoagency.it

I risultati delle italiane in Europa League e Champions League hanno portato in dote un’ottima notizia: le quattro squadre nella massima competizione europea, anche nella stagione 2019/2020

La tre giorni di Coppe Europee ci ha consegnato un bottino, tutto sommato, soddisfacente fatto di tre vittorie – quelle di Napoli, Atalanta e Milan -, due pareggi – quelli di Juventus e Lazio – e una sola sconfitta, quella della Roma. Tutti risultati, a dir la verità, abbastanza incoraggianti, dal momento che le tre italiane impegnate in Europa League sono tutte qualificate ai sedicesimi di finale, mentre quelle impegnate in Champions League hanno la possibilità, da giocarsi all’ultima giornata, di passare agli ottavi: e se Napoli e Juventus possono ambire, al massimo al secondo posto, la Roma di Di Francesco ha ancora la possibilità di qualificarsi come prima.

Ma la buona notizia è, soprattutto, un’altra: proprio in virtù di questi risultati – e di quelli maturati dalle dirette concorrenti – l’Italia ha già acquisto la certezza di poter vantare quattro squadre nella massima competizione europea, anche nella stagione 2019/2020 (oltre, naturalmente, alla prossima, come già si sa). La sconfitta del Monaco contro i tedeschi del Lipsia ha contribuito in maniera determinante a questo risultato: la Francia, infatti, dovrà rinunciare per le prossime due stagioni alla quarta squadra. Ecco il ranking  per nazioni aggiornato:

1) Spagna 96.284
2) Inghilterra 70.186
3) Italia 67.916
4) Germania 66.712
5) Francia 51.415

Anche se le compagini francesi dovessero vincere tutte le prossime partite – e, in concomitanza, le italiane le perdessero tutte -, la Francia potrebbe arrivare al massimo a 66,582 punti come coefficiente, un punteggio troppo esiguo per ambire al sorpasso. Da segnalare, infine, anche il parziale flop delle squadre tedesche che hanno conteso, negli ultimi anni, all’Italia il terzo posto, in primis con il fiasco del Borussia Dortmund.