Connettiti con noi

Coppa Italia

Roma – Cesena (2-1): pagelle e tabellino

Pubblicato

su

spalletti roma

Roma – Cesena, Coppa Italia 2016/2017, quarti di finale: formazioni ufficiali, pagelle, risultato, tabellino e sintesi, probabili formazioni ed info streaming gratis

 

Roma – Cesena 2-1: tabellino

MARCATORI: Dzeko (R) 68’, Garritano (C) 73’, Totti (R) 95’ rig.
AMMONITI: Laribi (C), Garritano (C), Rodriguez (C), Manolas (R)
ESPULSI:
NOTE:
ARBITRO: Fabio Maresca (sezione di Napoli)

Roma – Cesena: pagelle e sintesi

Roma (3-4-2-1): Alisson 5; Rudiger 5, Manolas 4, Juan Jesus 5.5 (al 46’ Nainggolan 7); Bruno Peres 5, Paredes 5, Strootman 6, Mario Rui 5; Perotti s.v. (al 21’ Dzeko 6.5), El Shaarawy 5.5 (all’82’ Emerson s.v.); Totti 6. A disposizione: Szczesny, Lobont, Vermaelen, Fazio, Grenier, De Rossi, Gerson. Allenatore: Luciano Spalletti

Cesena (3-5-2): Agliardi 6; Perticone 5.5, Rigione 6.5, Ligi 6; Balzano 7, Kone 6.5, Laribi 6 (al 57’ Garritano 7), Vitale 6.5, Renzetti 6.5; Ciano 6.5 (al 72’ Cocco s.v.), Rodriguez 7 (all’85’ Panico s.v.). A disposizione: Bardini, Setola, Pompei, Schiavone, Cinelli, Gasperi, Di Roberto. Allenatore: Andrea Camplone

ROMA – IL MIGLIORE

Nainggolan 6.5: Come ampiamente preventivabile, il suo ingresso in campo altera il copione della gara: la Roma assume il predominio territoriale, inizia a macinare gioco ed occasioni dopo un primo tempo ai limiti del concepibile. Si mette in proprio e calcia dalla distanza, attiva l’azione del vantaggio giallorosso, te lo ritrovi in ogni fetta di campo, un solo aggettivo: indispensabile.

ROMA – IL PEGGIORE

Manolas 4: La prestazione della Roma è palesemente al di sotto del minimo consentibile, il simbolo di questa esibizione è proprio il centrale difensivo ellenico, che per l’intera prima frazione balla alla grande sui movimenti di Rodriguez. La difesa giallorossa fa acqua, non sostenuta da un centrocampo peraltro poco presente in fase di costruzione della manovra e legame con il comparto offensivo. La frittata in occasione del pareggio del Cesena a sublimare il tutto: prestazione horror.

CESENA – IL MIGLIORE

Rodriguez 7: Per l’intero arco del primo tempo fa letteralmente ammattire Manolas: il centrale greco non lo prende praticamente mai, lo perde in ogni dove, Roma graziata dalla buona sorte e da alcuni interventi decisivi del suo portiere brasiliano Alisson. Indemoniato, deve necessariamente calare di ritmo nella ripresa.

CESENA – IL PEGGIORE

Perticone 5.5: Gioca una gara puntuale, con l’unica – ma decisiva – sbavatura concessa in occasione del vantaggio giallorosso, quando presta il fianco alla discesa di El Shaarawy, con il Faraone poi bravo a depositare sui piedi di Dzeko.

 

RomaCesena 2-1, avrebbe meritato la banda Camplone per quel che si è visto in campo ma alla fine la spuntano i giallorossi: sarà semifinale di Coppa Italia contro la Lazio, nella doppia sfida di andata e ritorno per eleggere la finalista che se la vedrà con la vincente tra Juventus e Napoli.

PRIMO TEMPO – Ritmi molto alti in avvio perché il Cesena sa bene di essere costretta a giocarsela a viso aperto se vorrà avere qualche chance: bella trama al 7’ minuto per la Roma, dopo un corner ospite mal calciato da Ciano, tra Mario Rui e capitan Totti, tutto di prima intenzione ma nulla di fatto. Prima palla gol al 9’: filtrante di Rudiger per El Shaarawy che passa dietro Perticone ma non angola a dovere su Agliardi in uscita. Comunicano male Alisson e Manolas, si inserisce Rodriguez e per poco non castiga la Roma: al 14’ ci prova invece Manolas sugli sviluppi di un corner, gran botta rasoterra con la palla che esce di poco. Giocata personale di El Shaarawy al 19’: buona preparazione al tiro ma mira sbilenca. Cesena vicino al vantaggio al 22’: cross di Balzano, sponda di Rodriguez e tap-in di Rigione, la Roma si salva in corner e rischia ancora sugli sviluppi di quest’ultimo. Ora è blackout Roma: schema da punizione per il Cesena al 25’, palo di Kone, dopo pochi istanti gran botta in diagonale di Rodriguez e palla fuori per questione di centimetri. Assolo romagnolo: al 28’ scarico di Vitale per Renzetti, cross perfetto per Rodriguez che costringe Alisson alla super risposta con un perentorio colpo di testa. Gran sinistro di Balzano al 31’: salva Rui. Al 36’ Manolas deve salvare sull’infilata vincente di Rodriguez, al 39’ il centravanti ospite fa ancora ammattire il centrale greco e si presenta a tu per tu con Alisson, miracolo dell’estremo difensore sudamericano. Solo Cesena nel primo tempo, clamorosamente o meno decidetelo voi, ma risultato fermo sullo 0-0.

SECONDO TEMPO – Un cambio forzato nel primo tempo, ossia l’ingresso in campo di Dzeko per l’infortunato Perotti, all’intervallo la seconda sostituzione: l’indispensabile Nainggolan per Juan Jesus. Pronti via e non cambia il copione: Ciano approfitta dell’errore in disimpegno di Alisson, Roma ancora distratta. Giallorossi quantomeno più presenti nella fase attiva del gioco, proprio grazie all’innesto del belga: all’8’ minuto Totti si procura e calcia una punizione dai venti metri, palla sulla barriera. Gran botta di Nainggolan al 9’: Agliardi salva con una respinta bassa. Prima giocata di uno spento Dzeko al 15’: accesso in area di rigore, difesa del pallone e tiro a giro, palla di poco a lato. Altro piazzato di Totti al 17’: nulla di fatto con la palla comodamente tra le braccia di Agliardi. Portiere bianconero che salva di piede su Dzeko al 16’, lasciato solo dalla retroguardia: il bosniaco si ripete divorandosi la grande chance al 18’ sul perfetto assist del suo capitano. Vantaggio della Roma al 23’ minuto: azione tutta di prima intenzione sull’asse Strootman-Nainggolan-El Shaarawy-Dzeko, bellissimo l’assist del Faraone per il centravanti bosniaco che stavolta non può davvero sbagliare. Al 28’ minuto il sorprendente pareggio del Cesena: cross innocuo dalla destra, Manolas ed Alisson fanno la frittata e per il subentrato Garritano è un gioco da ragazzi depositare in rete. Gran parata di Agliardi sulla punizione di Totti al 33’, al 35’ ci prova Peres dalla media distanza senza esito favorevole. Allo scadere calcio di rigore per la Roma: Nainggolan serve Strootman, contatto con Agliardi ritenuto falloso dal direttore di gara, si incarica della battuta capitan Totti e fa centro trafiggendo il portiere bianconero. Risultato finale: 2-1. Alle semifinali ci va la Roma, avrebbe meritato il Cesena.

ROMA SENZA MERITO – Prima frazione di gara letteralmente comandata dagli uomini di Camplone: supremazia totale in termini di presenza territoriale e creazione di occasioni da gol, la Roma – inesistente sotto il profilo della produzione offensiva – si salva per il rotto della cuffia. L’ingresso in campo di Nainggolan cambia tenore alla gara ma la Roma – dopo esser passata in vantaggio – la combina ancora una volta grossa con la frittata firmata Alisson/Manolas. Poi la situazione dubbia nel finale: decide il discusso rigore di Totti.

 

Roma – Cesena: formazioni ufficiali

Una grande novità rispetto alle indicazioni della vigilia: è Nainggolan e non Perotti a riposare. Nel Cesena, con Ciano, in avanti agirà Rodriguez. Laribi a centrocampo, Garritano in panchina.

Roma (3-4-2-1): Alisson; Rudiger, Manolas, Juan Jesus; Bruno Peres, Paredes, Strootman, Mario Rui; Perotti, El Shaarawy; Totti. A disposizione: Szczesny, Lobont, Vermaelen, Fazio, Emerson, Grenier, De Rossi, Gerson, Nainggolan, Dzeko. Allenatore: Luciano Spalletti

Cesena (3-5-2): Agliardi; Perticone, Rigione, Ligi; Balzano, Kone, Laribi, Vitale, Renzetti; Ciano, Rodriguez. A disposizione: Bardini, Setola, Pompei, Schiavone, Cinelli, Gasperi, Garritano, Panico, Di Roberto, Cocco. Allenatore: Andrea Camplone

Roma – Cesena: probabili formazioni e pre-partita

Sfida di Coppa Italia per eleggere la quarta semifinalista della competizione nazionale: si affronteranno – in gara di andata e ritorno – la Juventus detentrice del titolo ed il Napoli, mentre la Lazio (che ieri l’ha spuntata a sorpresa sul campo della super Inter di Pioli) attende di conoscere il suo avversario. Alle porte dunque un doppio derby capitolino, almeno secondo le aspettative. Dopo l’esclusione di Genova – che tanto ha fatto discutere il popolo giallorosso – torna dal primo minuto Kostas Manolas, in odor di mercato per la prossima sessione estiva. Potrebbe fargli spazio l’inamovibile Fazio, per un turno di riposo. Potrebbero rifiatare anche Perotti e Dzeko: nel caso giocherebbero El Shaarawy e capitan Totti. Sponda Cesena: Camplone opta per il 3-5-2, dovrebbero essere Balzano e Renzetti ad agire sulle corsie da fluidificanti, Garritano in mediana, avanti la coppia composta da Cocco e Ciano.

Roma (3-4-2-1): Alisson; Rudiger, Manolas, Juan Jesus; Bruno Peres, Paredes, De Rossi, Mario Rui; Nainggolan, El Shaarawy; Totti. A disposizione: Szczesny, Lobont, Vermaelen, Fazio, Emerson, Grenier, Strootman, Gerson, Perotti, Dzeko. Allenatore: Luciano Spalletti
Cesena (3-5-2): Agliardi; Rigione, Perticone, Ligi; Balzano, Garritano, Schiavone, Kone, Renzetti; Cocco, Ciano. A disposizione: Bardini, Setola, Pompei, Laribi, Cinelli, Gasperi, Vitale, Panico, Di Roberto, Rodriguez. Allenatore: Andrea Camplone

Roma – Cesena Streaming: dove vederla in tv

La partita sarà trasmessa a partire dalle ore 20.45 in diretta in chiaro sulle frequenze di Rai 2, sul sito rai.it, oltre che in streaming su app iOSAndroid e Windows Mobile per smartphone, pc e tablet Rai Play.