Palermo a testa alta: Juventus, 3 punti d’oro

thill juventus
© foto www.imagephotoagency.it

La sintesi ed il tabellino di Palermo-Juventus, anticipo della 6^ giornata del campionato di Serie A 2016/2017, finita 0-1 per i bianconeri in virtù dell’autorete di Goldaniga.

Si è da poco conclusa la sfida valevole come anticipo della 6^ giornata del campionato di Serie A tra Palermo-Juventus. Di seguito la sintesi del match a cura della redazione di CalcioNews24.com.

QUI LE PAGELLE

PRIMO TEMPO – Primi quarantacinque minuti di gioco all’insegna delle difficoltà per la Juventus al Renzo Barbera. La densità del Palermo soffoca le incursioni centrali degli assi bianconeri, Higuain e Pjanic su tutti e dopo una prima frazione di gioco con la Juventus schierata a tre in difesa l’infortunio di Rugani al 31′ costringe il tecnico Allegri a inserire Cuadrado e passare così alla difesa a quattro. La sostanza, in quanto a pericolosità bianconera nel primo tempo, non cambia, il Palermo si difende bene e Posavec non deve fare gli straordinari per tenere inviolata la porta. Tanto nervosismo in campo, come dimostrano i 6 cartellini gialli solo nel primo tempo, ma è la Juve a creare le palle gol più pericolose, spesso da calcio piazzato (punizione di Pjanic al 6′, colpo di testa alto di Mandzukic da corner all’11’) o con Higuain. La migliore chance capita al 32′ sui piedi di Lemina dopo una fulminea ripartenza in contropiede, ma il tiro del centrocampista viene respinto dall’ottimo Posavec. Le squadre vanno così al riposo tra gli applausi del Barbera per la stoica prestazione dei ragazzi di De Zerbi.

SECONDO TEMPO – I maggiori pericoli i bianconeri li creano sulla destra grazie all’asse Dani Alves-Cuadrado. E proprio il brasiliano ex Barcellona mette lo zampino per il gol del vantaggio bianconero: al 47′ Dani Alves lascia partire una conclusione potente da posizione defilata poco prima dell’area di rigore e la traiettoria cambia in occasione dello sciagurato tocco di Goldaniga. Posavec battuto, è 0-1 Juventus. De Zerbi cambia: dentro Nestorovski, fuori Balogh, e Bruno Henrique per Jajalo. Le occasioni per il raddoppio fioccano sui piedi di Mandzukic: prima col sinistro, una super-girata al volo su cui Posavec devia in angolo, e poi col destro, smarcato a tu per tu col portiere da Khedira, ma troppo debole per trovare lo 0-2. Al 70′ gol annullato allo stesso attaccante croato, colto in evidente posizione di fuorigioco sul calcio di punizione di Dani Alves. Nel quarto d’ora finale Aleesami mette i brividi alla retroguardia bianconera con un tiro-cross che strozza in gola l’urlo del Barbera, Nestorovski ci prova all’83’ ma la conclusione è troppo debole per impensierire Buffon. Allegri ritorna con la difesa a 3 inserendo Chiellini per Dani Alves, mentre la posizione di quinto di destra viene occupata da Cuadrado. Nel finale si fa male Asamoah, bianconeri in dieci per gli ultimi cinque minuti di partita. Sofferenza finale, ma non c’è più tempo: tre punti d’oro per la Juventus in quel del Barbera, ma il Palermo di De Zerbi esce a testa alta dalla sfida contro la capolista.

TABELLINO

PALERMO 0-1 JUVENTUS

Marcatori: 47′ aut. Goldaniga.

Ammoniti: Bonucci,  Goldaniga, Mandzukic, Gonzalez, Dani Alves, Aleesami.

PALERMO (3-4-2-1): Posavec; Cionek, Gonzalez, Goldaniga; Rispoli, Gazzi, Jajalo (Bruno Henrique dal 66′), Aleesami; Diamanti, Chochev (Hiljemark dal 80′); Balogh (Nestorovski dal 60′). In panchina: Marson, Fulignati, Vitiello, Andelkovic, Sallai, Bouy, Pezzella, Lo Faso. Allenatore: Roberto De Zerbi.

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Rugani (Cuadrado dal 31′); D. Alves (Chiellini dal 84′), Khedira, Lemina, Pjanic (Asamoah dal 67′), A. Sandro; Mandzukic, Higuain. In panchina: Neto, Audero, Hernanes, Pjaca, Dybala, Lichtsteiner, Sturaro, Evra. Allenatore: Massimiliano Allegri.

Arbitro: Valeri.