Svolta Roma: Totti ha scelto il nuovo allenatore

totti roma
© foto www.imagephotoagency.it

Svolta Roma: la società punta forte su Di Francesco, che può essere l’uomo giusto per far felice il capitano in procinto di lasciare il calcio giocato. Il rapporto fra i due può essere la chiave di volta della trattativa

Se c’è un modo per far felice Francesco Totti è legato ad una sola parola: coinvolgimento. L’indifferenza intorno al capitano della Roma sta facendo molto rumore, ma c’è un modo per far sì la frattura con la società e la proprietà possa essere ricomposta in breve tempo. Totti chiede di essere consultato nelle scelte tecniche e quella che riguarda l’allenatore della prossima stagione può essere quella giusta per legarlo ancora alla Roma, al fianco del nuovo direttore sportivo Monchi. Le idee intorno al successore di Luciano Spalletti, che ha ormai definitivamente rotto con l’ambiente e le dinamiche che lo riguardano, sono ancora molto confuso: fra Pochettino, Marcelino e Paulo Sousa non c’è ancora nessuno che abbia convinto la dirigenza e lo stallo intorno a Unai Emery del Psg sta convincendo la Roma a dirigersi verso altri obiettivi. E il nome più caldo è quello di Eusebio Di Francesco, che con Totti ha un legame speciale. Il tecnico del Sassuolo è stimatissimo dal capitano, con il quale ha anche vinto lo Scudetto del 2001 ed è anche considerato una sorta di Zeman 2.0. E con il boemo, si sa da tempo, Totti continua ad avere un legame speciale.

IL RETROSCENA – Sarebbe lo stesso Totti ad aver consigliato a Monchi Di Francesco, che si è fatto conoscere anche a livello internazionale grazie all’Europa League giocata con i neroverdi quest’anno. La Roma sa perfettamente che Totti, per la piazza, rappresenta molto di più di una semplice bandiera e per questo è disposta anche a fare un piccolo sacrificio per venirgli incontro. La possibilità di avere voce in capitolo per quanto riguarda il nuovo allenatore affascina il capitano, che avrebbe così modo di mettersi in discussione anche nella nuova veste di direttore tecnico, ruolo che Pallotta è pronto ad affidargli già a partire da luglio. E Monchi non disdegna affatto l’opzione Di Francesco, anzi il gioco del Sassuolo lo ha affascinato a tal punto da mettere nel cassetto le opzioni iberiche spuntate negli ultimi giorni. Per quanto concerne Spalletti, l’ex direttore sportivo del Siviglia si è ormai definitivamente messo il cuore in pace: il tecnico di Certaldo non ha più gli stimoli giusti per proseguire la sua avventura nella capitale e la rottura sembra ormai una certezza. Il futuro della Roma si chiama Di Francesco, la carta vincente per trattenere ancora Totti.