Torino-Napoli Streaming gratis e diretta tv: come vederla

insigne napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Torino-Napoli Streaming gratis e diretta tv: come vedere la partita valida per la 36ª giornata di Serie A TIM 2016/2017 su Sky Sport e Mediaset Premium

Le indicazioni per vedere in streaming gratis ed in diretta tv Torino-Napoli, partita valida per la 36ª giornata del campionato di Serie A TIM 2016/2017 in programma per oggi, domenica 14 maggio 2017, alle ore 15 presso lo Stadio Grande Torino-Olimpico di Torino. La formazione guidata da Sinisa Mihajlovic, al nono posto in campionato con 50 punti totali conquistati e reduce dal pareggio nel Derby della Mole con la Juventus di sabato scorso, sfida quella allenata da Maurizio Sarri, al secondo posto in classifica con 77 punti (meno uno dalla Roma seconda), reduce dalla vittoria di sabato scorso contro il Cagliari. I granata, che nelle ultime cinque giornate di campionato hanno un ottimo ruolino di marcia di tre pareggi e due vittorie, saranno costretti a fare a meno per squalifica di Emiliano Moretti ed Afriyie Acquah. Gli azzurri invece, che nelle ultime cinque giornate di campionato hanno messo insieme ben quattro vittorie ed un solo pareggio, dovrebbero fare a meno solo dell’ex della partita Nikola Maksimovic, fuori per una distorsione alla caviglia.

Torino-Napoli Streaming gratis e diretta tv su Sky Sport e Mediaset Premium: ecco dove vederla in Streaming, su Sky Go e Premium Play

La partita sarà trasmessa dalle ore 15 come di consueto, sia sulle frequenze satellitari di Sky Sport, per la precisione sui canali Sky Calcio 1Sky Sport 1 (anche in HD), sia ovviamente su quelle in digitale terrestre di Mediaset Premium (canali Premium Sport 2). Non è tutto, perché Torino-Napoli andrà ovviamente in onda anche in streaming per piattaforme iOs, Android e Windows Mobile per pc, smartphone e tablet tramite le app Sky Go e Premium Play. Esistono alcune liste di siti aggiornate per poter eventualmente seguire il calcio streaming gratis, ma ricordiamo che ad oggi, dopo la chiusura del sito pirata Rojadirecta, non esiste possibilità legale di seguire una partita in streaming live al di fuori di quelle già indicate poco sopra. La gara potrà essere comunque seguita anche da chi non è dotato di tv o connessione ad internet anche tramite le frequenze radiofoniche di Radio Rai con la celeberrima trasmissione “Tutto il calcio minuto per minuto”.

QUI LA DIRETTA LIVE DI TORINO-NAPOLI SU CALCIONEWS24!

Torino-Napoli Streaming gratis e diretta tv su Sky Sport e Mediaset Premium: le dichiarazioni di Sarri

Il Napoli è impegnato in trasferta contro il Torino a tre giornate dalla fine e mister Maurizio Sarri ha parlato in conferenza stampa. Queste le dichiarazioni dello stesso Sarri di fronte ai giornalisti: «Per noi sarà un match duro contro una squadra che ha fatto molto bene in casa, sarà una sfida ardua. Sono grato a De Laurentiis, dopo la mia esperienza con l’Empoli ha avuto il coraggio di credere in me e di puntare su di me. Non giocare in contemporanea con la Roma? A noi non cambia nulla, ma è un peccato non scendere in campo al medesimo orario. Il Torino è una squadra pericolosissima e può far male in moltissimi modi, servirà grande attenzione contro il loro attacco».

Torino-Napoli Streaming gratis e diretta tv su Sky Sport e Mediaset Premium: parla Mihajlovic

La sfida al Napoli, il pareggio nel derby con la Juventus e gli insulti razzisti: questi i principali argomenti della conferenza stampa odierna del tecnico del Torino Sinisa Mihajlovic. Ecco le sue dichiarazioni, riportate dai colleghi di Toro.it: «Dopo aver affrontato la squadra più forte ora dovremmo affrontare la squadra più bella, quella che gioca il calcio migliore, l’unica che ci ha messo sotto. Noi come sempre giocheremo a testa alta, cercando di difendere il nostro campo. Cercheremo di mettere in campo la stesse voglia che si è vista contro la Juve, perché i ragazzi voglio che dimostrino di essere un gruppo unito e che non hanno bisogno di me in panchina per tiare fuori il carattere. I confronti con gli allenatori e le squadre del passato non mi fanno paura, mi fanno piacere. Ad oggi abbiamo otto punti in più del Toro dell’anno scorso e ci sono bellissime basi per migliorarsi. A parte qualche partita, credo che i tifosi si possano riconoscere in questa squadra. Come atteggiamento e come spirito è sicuramente un buon punto di partenza. Poi ci sono ovviamente cose da migliorare, se la squadra riesci a tenere i suoi pezzi pregiati potrà dire la sua per andare in Europa. Quest’anno potevamo fare dei punti in più: con l’Udinese è finita 2-2 e ci hanno annullato il gol del 3-2, con la Juve poteva essere una vittoria, idem con il Crotone e la Samp. Potevano essere in totale otto punti in più che ci avrebbero permesso di lottare con il Milan per l’Europa.Gli insulti razzisti nel derby? Mi chiedo come mai gli insulti che ci sono stati nei miei confronti dopo l’allontanamento, e anche quelli che ci sono stati martedì contro di me in Juve-Monaco, non sono stati sentiti e sanzionati. Io invece che, voglio precisare, non ho insultato l’arbitro ma ho solo protestato, ho preso due giornate di squalifica e 10.000 euro di multa. Io ho sbagliato, ma mi chiedo perché nei confronti degli insulti nei miei confronti non si è fatto nulla. Io sono orgoglioso di essere serbo, sono certamente più orgoglioso io di essere serbo o zingaro che gli italiani di essere connazionali di quelli che mi hanno insultato. Non è la prima volta che ricevo insulti di questo tipo, quando giocavo erano insulti di paura, stavolta non so neanche il perché visto che non me la sono presa con i tifosi della Juve ma con l’arbitro. Mi dispiace molto ma la cosa che fa più male è l’indifferenza. Che reazioni mi provocano? Mi fanno tirare fuori l’orgoglio, mi caricano di più. Ho chiesto di non fare ricorso contro la mia squalifica, perché comunque è giusta. Però vorrei precisare che non è vero che ho insultato gli arbitri, hanno scritto cose non vere nel referto. Io quando parlo sono serbo, sporco e cattivo, se è qualcun altro a parlare invece va tutto bene, ci sono due pesi e due misure. Io sono orgoglioso di essere un serbo di merda o uno zingaro di merda, ma sono anche orgoglioso di essere in Italia perché è il paese più bello del mondo, vivo qua e spero di viverci con la mia famiglia fino a 100 anni. Io però quando mi sveglio al mattino so che posso guardarmi allo specchio, altri invece possono solo sputare allo specchio».

Torino-Napoli Streaming gratis e diretta tv su Sky Sport e Mediaset Premium: De Laurentiis contro Sarri, è lite

Lite tra Maurizio Sarri ed il presidente Aurelio De Laurentiis dopo che il primo aveva chiesto un possibile rinnovo in conferenza stampa ieri. La risposta del numero uno azzurro è stata furiosa: «Per me non Sarri non c’è assolutamente nessun equivoco, Sarri ha già un contratto che lo scorso anno avevamo rinegoziato su sua precisa richiesta. Quando avrà terminato il suo rapporto con noi, potrà decidere se continuare o meno e, se avrà vinto Scudetto o Champions League, potremo pure rinegoziare il contratto. L’anno scorso potevo mantenere in piedi il vecchio contratto, visto che era un quadriennale, invece alla fine ho deciso di accontentarlo (Sarri guadagnava la metà rispetto ad oggi, ndr, le parole di De Laurentiis. De Laurentiis ha poi continuato nel corso di una breve intervista ai microfoni di Canale 21: «Sarri è giusto che si arricchisca per rimanere, ma deve sapere che gli ingaggi di allenatori e giocatori sono netti, mentre per il club sono il doppio, anzi sono il 140%, e tutto questo in un mondo che nemmeno arriva alla fine del mese. Si tratta di contratto di livello enormi, per cui non so di che parli quando usa l’espressione “arricchirsi”, forse dei rinnovi di chi ha vinto la Premier League ultimamente (si dice che Antonio Conte al Chelsea possa arrivare a guadagnare fino a 11 milioni di euro l’anno, ndr), però Conte quanti Scudetti aveva già vinto in Italia? Se Sarri, dopo aver vinto lo Scudetto con noi, vorrà andare in un top club, lo accompagnerò io stesso con un aereo privato e sarò felice di assistere al suo primo allenamento lì – la chiosa del presidente del Napoli – . Io sono molto legato a lui, l’ho scelto contro il parere di tutti, lo stimo perché fa il calcio che mi piace, ma deve avere rispetto delle scelte altrui, è troppo facile dire “voglio…”».

Torino-Napoli Streaming gratis e diretta tv su Sky Sport e Mediaset Premium: le statistiche

Ecco qualche statistica sulla partita by Opta:

  • Il Napoli ha vinto sette delle ultime otto partite contro il Torino, perdendo solo una volta, nel marzo 2015, a Torino appunto
  • Prendendo in considerazione solo le sfide a Torino, i granata negli ultimi nove confronti hanno vinto tre confronti, perso tre volte e pareggiato altre tre
  • Nelle ultime cinque partite il Napoli è la squadra che ha fatto più punti: 13 su 15
  • Il Napoli ha vinto nove delle ultime undici partite (pareggiando le altre due), ma il Torino non perde in casa da nove partite
  • Il Napoli ha il miglior attacco di Serie A in trasferta con 41 gol totali fin qui raggiunti, il record è della Juventus 1949/1950 con 46 gol
  • Il Napoli è la squadra che è rimasta in svantaggio per meno minuti quest’anno: 172 appena. Tenendo conto della partite casalinghe soltanto però il Torino è rimasto in svantaggio solo 163 minuti, poco più solo di Juventus e Fiorentina
  • Su palla inattiva, escludendo i calci di rigore, il Torino è la squadra più prolifica del campionato: 18 gol
  • Nelle ultime nove partite in campionato Dries Mertens ha messo insieme 8 gol e 2 assist, all’andata il belga ha segnato 4 gol al Torino
  • Andrea Belotti al Napoli ha segnato 3 gol in carriera, tra cui le prime due sue reti in Serie A (settembre 2014): nessuno di questi gol però lo ha mai segnato in casa

Torino-Napoli Streaming gratis e diretta tv su Sky Sport e Mediaset Premium: le ultime di mercato in casa granata

Il Torino è a caccia di un portiere. A fine stagione Joe Hart farà i bagagli e tornerà in Inghilterra. Il Manchester City ha rifiutato un secondo prestito al Toro con 70% dell’ingaggio pagato dai Citizens e intende monetizzare. Ergo: non meno di 15 milioni di euro per il cartellino del portiere inglese che vorrà rilanciarsi in patria e nelle Coppe europee dopo una stagione in Serie A. I nomi preferiti dal Torino portano ai soliti noti: Federico Marchetti, Lukasz Skorupski, Salvatore Sirigu. Ma attenzione al rilancio di Petrachi per Ciprian Tatarusanu, 31enne della Fiorentina. Il club toscano lo venderà per 2-3 milioni di euro e ha un ingaggio minore di 1 milione di euro. Qualora non si potrà arrivare ai nomi Sirigu e Skorupski (entrambi hanno richieste importanti in Italia e all’estero) allora Tatarusanu potrebbe essere quel nome di qualità senza spendere troppo che rientra tra i parametri della società granata.

Torino-Napoli Streaming gratis e diretta tv su Sky Sport e Mediaset Premium: l’arbitro della sfida è Irrati

Sarà Massimiliano Irrati, fischietto della sezione di Pistoia, ad arbitrare la sfida tra Torino e Napoli valida per la 36ª giornata della Serie A TIM 2016/2017. Il diretto di gara ha già arbitrato, rispettivamente, una e due volte le compagini contendenti nel corso dell’attuale stagione. I granata in occasione dello 0-0 maturato tra Sassuolo e Torino, i partenopei nelle vittorie esterne fatte registrare dagli azzurri sui campi del Chievo Verona e della Lazio. Gli uomini di mister Sarri confidano nel celebre “non c’è due senza tre” per poter alimentare ancora le speranze di secondo posto a scapito della Roma per accedere direttamente al tabellone della prossima Champions League